Rally Montecarlo 2013: la settima di Loeb [FOTO e VIDEO]

da , il

    Si chiude in anticipo rispetto al programma previsto il rally di Montecarlo 2013. L’organizzazione ha cancellato due prove speciali, a SS17, terzo passaggio sul Col du Turini e la SS18, per ragioni di sicurezza legate alle condizioni del percorso. Già durante il primo passaggio, nella SS14, tutti avevano lamentato la precarietà del meteo, con neve mista a pioggia costata la gara al russo Novikov, fino ad allora sul podio.

    Sebastien Loeb si aggiudica così il primo rally dell’anno, uno dei quattro in programma per la stagione del “ritiro”, e appone il settimo sigillo in carriera al Monte. Non si correrà nemmeno la Power Stage, quindi niente 3 punti extra in palio.

    col du turini montecarlo 2013

    Fonte: Citroen Wrc

    Alle spalle del francese si piazza Ogier, portando la Volkswagen Polo R Wrc sul podio all’esordio. Terzo posto per l’altro alfiere di Citroen, Dani Sordo. Da segnalare il 15mo posto del nostro Alessandro Crugnola.

    CLASSIFICA GENERALE – TOP TEN RALLY MONTECARLO 2013

    1. S. LOEB -5:18:57.2

    2. S. OGIER -5:20:37.1 (+1:39.9)

    3. D. SORDO -5:22:46.2 (+3:49.0)

    4. M. HIRVONEN -5:24:23.5 (+5:26.3)

    5. B. BOUFFIER -5:27:10.3 (+8:13.1)

    6. M. OSTBERG -5:31:00.9 (+12:03.7)

    7. M. PROKOP -5:42:24.5 (+23:27.3)

    8. S. WIEGAND -5:48:31.7 (+29:34.5)

    9. O. BURRI -5:54:35.4 (+35:38.2)

    10. M. KOSCIUSZKO -5:55:25.2 (+36:28.0)

    Citroën WRC 2013 – Rallye Monte-Carlo – Jour 4 di citroenracing

    SS14 Col du Turini

    Dopo quanto accaduto nella prima speciale dell’ultima giornata del rally di Montecarlo 2013, sarà bene tener da parte un po’ di cautela prima di dare per scontato quel che ieri sembrava scontato. Sebastien Loeb, a tre speciali dal termine, mantiene un vantaggio di 1’35″ su Sebastien Ogier, ma resta da affrontare il Col de Turini per ancora due passaggi. Il primo, quello della SS14 è stato “fatale” a Evgeny Novikov, sorpresa del rally con la sua Ford Fiesta RS Wrc, fino a stamane terzo nella generale davanti a Dani Sordo. Il russo dopo tre chilometri ha sbattuto con la posteriore sinistra e ha provato a continuare, ma ha dovuto alzare bandiera bianca. E’ stato costretto al ritiro, al pari di Latvala (Volkswagen) e Hanninen (Ford): tutti traditi dalle condizioni al limite della speciale di Moulinet-La Bollene Vesubie.

    Il tempo impiegato dal vincitore della speciale, Bouffier (Citroen DS3), racconta meglio di ogni altro dettaglio come si sia affrontata la prova: 23’59″ per coprire 23 chilometri e mezzo. Alle spalle del francese è arrivato Ostberg (+29″1), poi Ogier (+49″2) e Loeb, attardato rispetto al pilota della Polo R di soli 3″5.

    «E’ inguidabile. Le strade sono piene di neve e acqua e andiamo in aquaplaning di continuo. Non abbiamo aderenza – commenta Loeb – e sui rettilinei andiamo a 30 orari perché se vai più forte perdi la macchina». Gli fa eco Dani Sordo: «Era talmente ridotta male che ho perso il controllo in salita in prima marcia!».

    Tutto può ancora succedere, quindi, e si dovrà attendere l’arrivo della penultima speciale in partenza alle 21:23 per assegnare il successo a Loeb, al momento primo davanti a Ogier nella SS16, secondo dei tre passaggi sul Turini, con poco più di 4 secondi di margine.

    Classifica generale – top ten Rally Montecarlo 2013 – Speciale 15/18

    1. S. LOEB -4:56:48.4

    2. S. OGIER -4:58:24.3 (+1’35″9)

    3. D. SORDO -5:00:03.7 (+3’15″3)

    4. M. HIRVONEN -5:01:13.2 (+4’24″8)

    5. M. OSTBERG -5:02:59.3 (+6’10″9)

    6. B. BOUFFIER -5:04:17.6 (+7’29″2)

    7. M. PROKOP -5:18:20.8 (+21’32″4)

    8. S. WIEGAND – 5:24:22.4 (+27’34″0)

    9. O. BURRI -5:28:36.0 (+31’47″6)

    10. M. KOSCIUSZKO -5:30:42.2 (+33’53″8)

    Video apertura quarta giornata

    Rally di Montecarlo 2013. Riassunto terza giornata

    Che Sebastien Loeb sia avviato al successo, mettendo nel carniere il settimo sigillo nel rally di Montecarlo, implicitamente lo conferma anche Sebastien Ogier, più immediato inseguitore dell’alsaziano: «La vittoria [al Montecarlo] non è il nostro obiettivo, se concluderemo tra i primi sarò più che contento». La Polo R Wrc è al debutto nel mondiale e un secondo posto, tanto più in ottica iridata, è da salutare col sorriso. Questa la prima conferma alla tranquillità con cui Loeb può affrontare l’ultima giornata del rally, perché l’altra arriva direttamente dal cronometro, quello dell’ultima speciale di giornata, la 13, con il Col du Sisteron da affrontare.

    Citroen e Volkswagen con due chiodate e due invernali, gli alfieri Ford invece con quattro gomme da neve chiodate. Il risultato? Loeb rifila 8″7 a Latvala, secondo, mentre Ogier paga 12 secondi e in classifica generale scivola a 1’47″. Nemmeno la strategia sulle gomme da neve rimaste ancora a disposizione di ogni pilota sembra poter impensierire il francese.

    Quella odierna è stata ancora una giornata caratterizzata dal gelo, con -13° C. Le condizioni dell’asfalto sono state in gran parte con neve e ghiaccio, replicando il copione già visto in questi giorni; solo nella SS12 l’asfalto è risultato più pulito, consentendo a Mads Ostberg di firmare il primo successo in una speciale, precedendo il russo compagno di team Novikov. Ha fatto un po’ da spazzaneve Loeb, partito per primo e lamentatosi per le condizioni miste: «C’era sempre neve da un lato della strada e mai due ruote con la stessa aderenza, così non ho spinto».

    Citroën WRC 2013 – Rallye Monte-Carlo – Jour 3 di citroenracing

    La battaglia ancora aperta è quella per il terzo gradino del podio. Ieri Novikov si era avvicinato a Sordo e oggi il trend positivo per il pilota Ford è proseguito nella SS11, prima di giornata e tra le più lunghe del rally, con i suoi 33 chilometri. Un percorso che ritorna identico al 1997, quello della Saint Jean en Royans-La Cime Du. «E’ stata la speciale più bella corsa finora», l’ha promossa Loeb. Un doppio testacoda di Sordo – nella SS11 e nella SS12 – ha consentito a Novikov si balzare al terzo posto prima dell’ultima prova di giornata, quella in cui il pilota della Citroen ha risposto dando 8 secondi al russo. In conclusione, domani si partirà con i due separati da appena 1″7.

    Video prova speciale 11

    Classifica generale – top ten Rally Montecarlo 2013 – Giornata 3/4

    1. S. LOEB -4:16:41.9

    2. S. OGIER -4:18:29.3 (+1:47.4)

    3. E. NOVIKOV -4:20:01.8 (+3:19.9)

    4. D. SORDO -4:20:03.5 (+3:21.6)

    5. J. LATVALA -4:20:46.8 (+4:04.9)

    6. M. HIRVONEN – 4:21:01.0 (+4:19.1)

    7. J. HANNINEN -4:21:57.4 (+5:15.5)

    8. M. OSTBERG -4:23:00.1 (+6:18.2)

    9. B. BOUFFIER -4:25:02.6 (+8:20.7)

    10. M. PROKOP -4:35:30.7 (+18:48.8)

    seguono aggiornamenti al termine della quarta giornata del rally

    Rally di Montecarlo 2013. Riassunto seconda giornata

    Resta in testa al rally di Montecarlo 2013 Sebastien Loeb, incrementando il vantaggio su Sebastien Ogier fino a 1’35″, in quella che è stata una giornata caratterizzata dal gelo: il termometro ha fatto registrare fino a -11° C. Il francese della Volkswagen ha vinto la prima speciale di apertura stamane, ma i secondi rosicchiati a Loeb li ha persi tutti nella SS8, una delle due vinte dall’alfiere della Citroen. Si mettono in mostra anche Juho Hanninen (Ford Fiesta RS Wrc) – primo nella SS9 – e il compagno di team Novikov, al comando nella SS6 e SS7.

    Un Loeb che controlla, quindi, e sulla SS9 di Saint Bonnet racconta: «Ho avuto la sensazione che la neve si sia compattata dal passaggio delle altre macchine, era più scivolosa che al mattino. C’è da fare attenzione in queste situazioni».

    Decisamente in difficoltà Mikko Hirvonen, arretrato rispetto a ieri di due posizioni. «Sto lottando per trovare aderenza in frenata, non sono le mie condizioni queste. Proverò qualcosa di diverso sulla macchina per avere un feeling migliore, perché al momento siamo del tutto insoddisfatti del ritmo», ha commentato il finlandese.

    Davanti a lui adesso ci sono Novikov e Dani Sordo, saranno con ogni probabilità loro due a giocarsi il terzo gradino del podio, separati da appena 11″2. Il russo ha dichiarato: «Ho una missione e di certo lotterò per il terzo posto. Ho affrontato la speciale 8 tranquillo ma ho spinto su questa (la Saint Bonnet – Saint Bonnet) e farò lo stesso nelle successive».

    Classifica generale – top ten Rally Montecarlo 2013 – Giornata 2/4

    1. S. LOEB -3:16:29.1

    2. S. OGIER -3:18:04.1 (+1:35.0)

    3. D. SORDO -3:19:07.1 (+2:38.0)

    4. E. NOVIKOV -3:19:22.3 (+2:53.2)

    5. M. HIRVONEN -3:19:51.8 (+3:22.7)

    6. J. LATVALA -3:20:12.3 (+3:43.2)

    7. J. HANNINEN -3:20:40.4 (+4:11.3)

    8. B. BOUFFIER -3:22:14.9 (+5:45.8)

    9. M. OSTBERG -3:22:18.6 (+5:49.5)

    10. M. PROKOP -3:30:44.7 (+14:15.6)

    Citroën WRC 2013 – Rallye Monte-Carlo – Jour 2 di citroenracing

    Rally di Montecarlo 2013. Riassunto prima giornata

    C’è Sebastien Loeb al comando del Rally di Montecarlo 2013 dopo la prima giornata. Quattro prove speciali e 135 km sono bastate all’alsaziano per mettersi dietro Sebastien Ogier (Volkswagen Polo R Wrc) di 1’15″. Il pilota della Citroen ha vinto tre speciali, dopo che la prima (Le Moulinon – Antraigues 1 di 37.10km) era andata all’ex compagno di team francese e alla Volkswagen. «Ho provato a risparmiare le gomme chiodate nei tratti di asfalto ma le anteriori sono consumate», ha spiegato il 9 volte campione del mondo dopo la prima speciale. Nella terza ha poi montato solo due gomme chiodate. Terzo posto momentaneo per Mikko Hirvonen (Citroen DS3 Wrc) a 2’24″ dal compagno di squadra, poi c’è l’altro alfiere Citroen, Dani Sordo (+2’27″) e Jari Matti Latvala (+2’48″). Più distanziati Novikov (Ford Fiesta Rs Wrc), Ostberg (Ford Fiesta Rs Wrc) e Hanninen (Ford Fiesta Rs Wrc) con le tre Ford Fiesta Wrc.

    I distacchi sono da confermare e non ancora ufficiali, a seguito di problemi sul cronometraggio della SS3. Latvala, momentaneamente al quinto posto, dopo la SS3 ha trovato un setup migliore sulla Polo – dopo che si era lamentato per un assetto troppo rigido dopo la SS2 – e ha lasciato per strada 30″ al controllo orario 2 a causa di un ritardo di 3 minuti: «Inizio a sentirmi più a mio agio, ancora devo migliorare ma la direzione è quella giusta. Solo in alcuni tratti ho spinto ma non c’era il margine per prendere grandi rischi. Poi nella SS4 ho avuto una foratura all’anteriore destra che mi ha fatto perdere del tempo, credo di essere quasi alla pari con Mikko, forse abbiamo perso mezzo minuto percorrendo quasi 5 chilometri con la ruota a terra. Non è stata la mia giornata purtroppo, ma almeno abbiamo concluso tutte le speciali: vediamo cosa accadrà domani».

    Ritiro per Neuville che aveva fatto segnare il miglior tempo ieri nello shakedown.

    Video shakedown martedì

    Citroën WRC 2013 – Rallye Monte-Carlo – Shakedown di citroenracing

    Preview del rally

    Il re abbandona il trono. Se c’è una cosa che si avvicina alla certezza, nel mondiale rally 2013 in partenza domani con il Montecarlo, è il nome del campione del mondo a fine anno: non sarà Sebastien Loeb. Nove volte iridato, l’alsaziano prenderà parte al Rally di Montecarlo 2013 e altri tre appuntamenti iridati, tra cui il secondo in Svezia. In Citroen si farà affidamento su Hirvonen per confermare il predominio della marca nel mondiale. Passaggio epocale perché a dirla tutta un Loeb assoluto dominatore uccideva ogni pronostico. Quando prenderanno il via per la prima speciale da Moulinon ad Antraigues i piloti se lo ritroveranno ancora in abitacolo a caccia della settima vittoria sulle stradine del Principato, con un certo sollievo poi di giocarsi il titolo senza la leggenda.

    Previsioni meteo

    Scegliere le gomme giuste sarà il consueto terno a lotto, perché le previsioni dicono neve e ghiaccio e i piloti che hanno effettuato la ricognizione raccontano di un quadro molto variabile. «Alcune speciali sono completamente pulite, altre ricoperte di neve e in generale ce n’è più di quanta non ne abbia mai vista al Montecarlo prima», ha detto Hirvonen a Wrc.com. «Si tratta di 1-2 centimetri, ma in numerose speciali e per tratti lunghi».

    Una situazione che potrebbe penalizzare parzialmente Loeb, dal canto suo fiducioso di un recupero sui tratti asfaltati. «Lo scorso anno la seconda speciale era parzialmente innevata e Jari-Matti Latvala era molto più veloce di me. La affronto con attenzione sulla neve perché so di poter esser più veloce sull’asfalto successivo. Certo, se c’è più neve e ghiaccio sarà difficile farlo».

    Il regolamento prevede che le gomme possano cambiarsi ogni due o tre speciali, optando per pneumatici duri/morbidi da asciutto; invernali con o senza chiodi.

    Il debutto Volkswagen

    Saranno tre le case ufficiali impegnate nel mondiale: Citroen, Ford e l’ultima arrivata, Volkswagen. Con la Polo R Wrc correranno Sebastien Ogier e Jari-Matti Latvala. E’ il battesimo del fuoco per il costruttore tedesco, che dovrà vedersela con la squadra Ford, composta da Mads Ostberg, Evgeny Novikov e Juho Hanninen.

    Programma prove speciali

    Mercoledì 16 gennaio

    SS1- LE MOULINON – ANTRAIGUES 1 -37.10km

    SS2- BURZET – ST MARTIAL 1 -30.60km

    SS3- LE MOULINON – ANTRAIGUES 2 -37.10km

    SS4- BURZET – ST MARTIAL 2 -30.60km

    Giovedì 17 gennaio

    SS5- LABATIE D’ANDAURE – LALOUVESC -19.08km

    SS6- ST BONNET – ST JULIEN MOLHESAB -25.45km

    SS7- LAMASTRE – GILHOC – ALBOUSSIER -21.72km

    SS8- LABATIE D’ANDAURE – LALOUVESC -19.08km

    SS9-ST BONNET – ST JULIEN MOLHESAB -25.45km

    SS10- LAMASTRE – GILHOC – ALBOUSSIER -21.72km

    Venerdì 18 gennaio

    SS11- ST JEAN EN ROYANS – LA CIME DU -33.19km

    SS12- ST NAZAIRE LE DESERT – LA MOTT -22.11km

    SS13- SISTERON – THOARD -36.70km

    Sabato 19 gennaio

    SS14- MOULINET – LA BOLLENE VESUBIE -23.54 km

    SS15- LANTOSQUE – LUCERAM 1 -18.95 km

    SS16- MOULINET – LA BOLLENE VESUBIE -23.54 km

    SS17- MOULINET – LA BOLLENE VESUBIE -23.54 km

    SS18- LANTOSQUE – LUCERAM 2 -18.95 km

    Sabato ci saranno tre passaggi sul Col de Turini (Moulinet – La Bollene Vesubie), due in notturna, prima di chiudere con la Power Stage che assegnerà ai primi tre rispettivamente 3-2-1 punti iridati. Complessivamente saranno 465 km di prove speciali, con la premiazione domenica mattina a Monaco intorno alle 11:00.