Rally, Volkswagen Polo R Wrc: ecco come saranno le auto 2017

Le novità al regolamento influiscono molto sulla veste estetica (e meccanica) delle auto

da , il

    Rally, Volkswagen Polo R Wrc: ecco come saranno le auto 2017

    Ad aspettarli c’è il Rally d’Argentina, ma in Volkswagen guardano decisamente oltre. Il mondiale li vede dominare come ormai abitudine, Ogier ha 35 punti di vantaggio su Ostberg nel mondiale e il titolo 2016 sarà una questione chiaramente da risolvere il casa. Poi c’è il mondiale WRC 2017, con gli importanti cambiamenti regolamentari. Come saranno le vetture rally tra un anno? Rientrerà Toyota in veste ufficiale, così come Citroen, avremo macchine molto più aggressive, con carrozzeria allargata, appendici aerodinamiche diverse e un look ancor più coinvolgente.

    Ci dà un’idea di cosa attenderci, Volkswagen Polo R WRC 2017, con un bozzetto ad anticipare l’auto del prossimo anno, proprio come se fossimo davanti alla presentazione di un nuovo modello della produzione di serie.

    Si lavora alla base dell’attuale generazione di Volkswagen Polo, cambiano radicalmente l’anteriore, con un paraurti tutto nuovo, più largo, raccordato con i passaruota anteriori, arricchito di un largo spoiler e con prese supplementari per il raffreddamento e la gestione dei flussi aerodinamici.

    Aerodinamica che vedrà nella nuova ala posteriore il particolare forse più appariscente. Disegno originale, con supporti laterali integrati alle paratie e ancorati nella zona sotto al lunotto, dalle prime indicazioni.

    Aggressiva è anche la profilatura delle minigonne, estese. Ricordiamo che il regolamento tecnico della FIA impone una larghezza massima di 1.875 millimetri e un larghezza minima dell’auto di 3.900 millimetri. Entro questi limiti si possono muovere i tecnici per evolvere le linee delle auto di serie.

    Importante sviluppo anche sul fronte meccanico. Il motore turbo 1.6 litri andrà a 380 cavalli, 60 più di oggi, merito di un turbocompressore con una pressione di sovralimentazione maggiore e di un condotto di aspirazione da 36 millimetri contro l’attuale componente da 33 millimetri. Più cavalli e un peso inferiore di 25 kg (oggi il limite è a 1.200 kg) assicurano un rapporto peso-potenza più vantaggioso, che potrà essere trasferito alle ruote grazie anche a un differenziale centrale elettronico.

    Volkswagen ci regala un primo assaggio di futuro, aspettiamo adesso le “visioni” di Citroen, Ford e Toyota, per un mondiale rally 2017 carico di aspettative.