Razzismo in F1, partita la campagna della FIA

LA FIA lancia come previsto a BArcellona la campanga anti razzismo everyrace

da , il

    Razzismo in F1, partita la campagna della FIA

    E’ partita oggi sul circuito di Barcellona la campagna della FIA nata in opposizione alle discriminazioni e i pregiudizi nello sport. Il luogo scelto non è solo simbolico. Dopo quanto accaduto a Lewis Hamilton, infatti, il governo della Formula 1 ha deciso di ripartire dalla Spagna per chiudere definitvamente la vicenda.

    La Federazione invita tutti i fans della Formula 1 a visitare il sto internet www.everyrace.net e a dare il proprio supporto all’iniziativa che vuole essere aperta a tutti, indipendentemente da sesso, razza o provenienza.

    A dimostrazione della varietà della specie umana, nel sito sono raccolti e mescolati tra loro i volti di alcuni personaggi più o meno celebri del mondo della F1 immortalati dal fotografo Darren Heath durante il weekend del Gran Premio di Malesia.

    Assieme a questo morphing continuo di volti, compaiono alcune frasi lasciate da altri protagonisti del Circus iridato. Eccone alcune tra le più significative, compresa quella attribuita all’assente speciale Max Mosley.

    “Da quando sono entrato in questo ambiente ho lavorato con gente da tutto il mondo. Siamo tutti qui per correre e il pregiudizio non ha nulla a che vedere con ciò”.

    Kimi Raikkonen, Ferrari

    “Credo che l’automobilismo, come altri sport, abbia a che vedere con la libertà di espressione all’inseguimento della competizione e dell’eccellenza. Niente di più, niente di meno”

    Lewis Hamilton, McLaren

    “L’intero mondo della Formula 1 dovrebbe stare vicino a questa campagna. La F1 è uno sport globale e va sfruttato per promuovere uguaglianza ovunque sia possibile”

    Felipe Massa, Ferrari

    “Da quando sono stato abbastanza grande per capire il significato della parola razzismo, ho saputo che era sbagliato. Che esista ancora nel 2008 è totalmente inaccettabile. Questa campagna della FIA mette in luce qualcosa che le persone sensibili dovrebbero dare per scontato”

    David Coulthard, Red Bull Racing

    “Una cosa che mi ha attratto all’automobilismo sportivo era che nessuno si preoccupava della tua razza, provenienza, sesso o religione; tutto ciò che contava era quanto veloce eri”

    Max Mosley, FIA President

    “Lo sport riguarda solo le abilità di un pilota e questo non ha mai avuto a che fare con la sua razza o il suo colore della pelle”

    Bernie Ecclestone, Formula One Management CEO

    “La campagna EveryRace lanciata dalla FIA è un mezzo per aumentare la consapevolezza. La F1 è uno sport globale e multi-razziale dove non c’è spazio per il pregiudizio. La ING-Renault è fiera di prender parte a questa iniziativa?

    Flavio Briatore, Renault team Managing Director

    “Applaudiamo la decisione della FIA di lanciare questa campagna contro il razzismo che supporteremo in qualunque modo possibile”

    Ron Dennis, McLaren Group Chairman and CEO