Red Bull: “Hamilton? No, grazie! Meglio Webber o un giovane”

Formula : la Red Bull smentisce l'interesse per Lewis Hamilton

da , il

    hamilton non andrà in red bull per il 2013

    Lewis Hamilton non andrà in Red Bull nel 2013. Allora, diventano ben più consistenti le voci che lo danno vicino alla Mercedes come successore di Schumacher. La situazione del campione del mondo 2008 non è semplicissima. Personaggi vicini a Woking descrivono il rapporto tra Hamilton ed il team che lo ha allevato sin da giovane età, ormai corroso. La squadra crede più nella professionalità di Jenson Button che nel suo estro. Il diretto interessato è stufo di non avere tra le mani da tre stagioni una vettura vincente. E’ possibile che a fine 2012 l’anglo-caraibico decida di cambiare aria. La collocazione ideale per un pilota del suo calibro sarebbe stata la Red Bull ma se Chris Horner dichiara di puntare ad altro, ecco che non ci sono alternative valide se non la Mercedes. A patto, però, che il grande Schumi decida davvero di appendere il casco al chiodo.

    Red Bull: non vogliamo Hamilton

    Christian Horner non è tentato dall’opzione Hamilton come successore di Mark Webber che, lo ricordiamo, ha il contratto in scadenza a fine 2012. “Lewis Hamilton in Red Bull è un’opzione difficile: noi stiamo bene così - ha dichiarato il team principal degli austriaci – Dobbiamo preservare l’equilibrio interno della squadra, la nostra priorità è puntare sui giovani cresciuti nella nostra famiglia. Guardiamo all’interno non all’esterno”. Horner crede molto nelle potenzialità dei piloti attualmente impegnati in Toro Rosso, vale a dire Daniel Ricciardo e Jean-Eric Vergne. “E’ bello per noi avere la libertà di poterli ingaggiare quando saranno pronti, tra uno, due o tre anni”. Nel frattempo, è sempre possibile continuare ad usare Mark Webber come spalla di Sebastian Vettel:“Non è escluso che possa rimanere ancora lui con noi ben oltre il 2012″, ha confermato Horner.

    Hamilton: McLaren o Mercedes?

    Abbiamo già parlato dell’idea Mercedes di sostituire Schumacher con Hamilton. Su questo fronte non ci sono novità. Molto dipenderà dalla decisione che il sette volte iridato prenderà nel corso della prossima estate. L’impressione è che il 43enne pilota ex-Ferrari deciderà di restare ancora un altro anno. La vettura di Brackley questa volte potrebbe cominciare a dargli quelle soddisfazioni che sono mancate nelle due stagioni precedenti. Perché mollare proprio sul più bello?