Red Bull, Newey: “La RB9 del 2013 è in ritardo”

da , il

    red bull rb9 newey

    Non prendetelo troppo sul serio. Secondo me sta scherzando. Ad ogni modo, la notizia della settimana è questa. Adrian Newey dichiara quanto segue: i lavori sulla Red Bull RB9 sono in ritardo. Possibile davvero che a Milton Keynes non stiano rispettando il programma sulla nuova vettura? Possibile che non riescano a portare in pista, nel febbraio prossimo, quella macchina che nella stagione 2013 avrà l’arduo compito di difendere tre titoli mondali consecutivi?

    Newey:”Red Bull RB9 indietro”

    Intervistato dall’emittente austriaca di proprietà della Red Bull, Servus Tv, Adrian Newey ha detto che l’aver indirizzato in questi mesi molte risorse per vincere il campionato 2012 ha fatto slittare in avanti il lavoro sulla RB9:“Ci siamo impegnati fino all’ultimo per consentire alla RB8 di far vincere il titolo a Vettel”, ha spiegato il tecnico inglese. Secondo “the genius” i problemi derivanti da questo ritardo non saranno molti poiché la RB9 sarà un’evoluzione della RB8, non un progetto che nasce da zero. “Dobbiamo comunque stare attenti a non sottovalutare quello che sapranno fare i nostri concorrenti”, ha concluso. Questa situazione ricorda molto da vicino quella della Ferrari dei primi anni duemila quando si permetteva addirittura il lusso di iniziare la stagione con la macchina dell’anno precedente, tanto era superiore alla concorrenza. Più che ritardi, potrebbe trattarsi di pretattica.

    Red Bull, Horner:”Vettel ha margini di miglioramento”

    Mentre Newey fa il punto sulla situazione tecnica, Chris Horner si gode l’aspetto umano delle vittorie firmate Red Bull. Secondo il team principal, Sebastian Vettel deve ancora far vedere il meglio del suo repertorio:“Ha 25 anni ed ha vinto 3 mondiali con 26 gare su 101 totali disputate. E’ salito sul podio 40 volte e per 34 è partito in pole position. Tutto ciò è incredibile se si pensa che ha ancora dei margini di miglioramento e che dobbiamo ancora vederlo al meglio”. Parlando ad Autosport, Horner ha ripreso le parole del suo direttore tecnico spiegando che la situazione del ritardo nei lavori sulla RB9 non è affatto preoccupante:“Nel 2013 cercheremo di mettere a frutto l’esperienza fatta in questi tre anni di vittorie ma sappiamo che gli avversari non staranno a guardare. Quest’anno abbiamo speso molte energie per rimontare in campionato ma abbiamo ottenuto una solida base su cui lavorare. Se la macchina del 2012 fosse schierata alla prima gara del prossimo anno sarebbe comunque competitiva”, ha concluso.