Red Bull: niente Ferrari per Webber

Formula 1: la Red Bull per bocca di Christian Horner smentisce che Webber sia interessato alla Ferrari e fanno capire che per lui arriverà presto la proposta di rinnovo del contratto

da , il

    red bull, ferrari, Mark Webber

    E’ il team principal della Red Bull, Christian Horner, a mettere fine al nuovo tormentone sul secondo pilota della Ferrari per il 2013 che vedeva Mark Webber come favorito. Secondo il capo della scuderia austriaca, il driver proveniente dalla Terra dei canguri non ha nessun motivo per lasciare Milton Keynes. Al tempo stesso, il team del beverone è decisamente soddisfatto delle sue prestazioni e tratterà con lui il rinnovo nel giro di qualche mese. La domanda, però, sorge spontanea: come mai la Red Bull fa a Webber contratti con durata solo annuale? E’ così che si dimostra la fiducia? Inoltre, al di là dei buoni propositi di Horner, come si può essere sicuri che il buon Mark non possa comunque cadere vittima della tentazione di vestire una tuta rossa? Insomma, se arrivasse una chiamata dalla Ferrari… di fronte ad un bivio, ormai giunto a fine carriera, crediamo che Webber potrebbe comunque accettare. Sarebbe un onore inserire il proprio nome nel team più famoso e vincente della storia della Formula 1.

    Red Bull. Horner: “Webber resterà con noi”

    Dalla Spagna sostengono ormai da giorni che il prossimo compagno di squadra di Fernando Alonso in Ferrari sarà Mark Webber. L’australiano, in effetti, viaggia al pari dell’asturiano, nell’orbita di Flavio Briatore. Il che farebbe deporre a favore della tesi iberica. Il diretto interessato, però, ha già smentito l’indiscrezione. Cos’altro poteva fare? A dargli supporto arriva il suo team principal:“Ogni primavera torna di moda la notizia di Mark alla Ferrari – ha dichiarato Christian Horner ad Autosport - Però di sicuro non lo vedrete vestito di rosso. Mark [Webber] è felice qui con noi e noi siamo contenti del suo lavoro. Al momento giusto parleremo del suo futuro come è accaduto durante le stagioni precedenti. E’ normale che nel nostro ambiente ci siano delle speculazioni - ha concluso il boss del box Red Bull - ma credo che lui sia contento della posizione che occupa, dell’ambiente nel quale lavora e della macchina che gli abbiamo dato. Soprattutto quest’anno ha adottato un approccio diverso che sta dando ottimi risultati”.

    Mark Webber: testa alle due ruote

    Archiviati i test del Mugello, Mark Webber si rilassa pensando al Motomondiale. Dall’australiano arrivano complimenti ai due centauri italiani al momento più sotto i riflettori: Romano Fenati e Valentino Rossi. Sul conto del giovanissimo talento emergente ha commenato:“E’ impressionante la sua maturità, la guida aggressiva, il modo in cui continuava a spingere benché avesse già un largo vantaggio - il riferimento è alla vittoria di Jerez - Aria fresca nel Motomondiale, mi piace molto”. Parole d’elogio anche per il Dottore:“E’ chiaro invece che non si tratta di un buon momento per Valentino Rossi. Ma lui è un campione che non va mai sottovalutato: può tornare a galla rapidamente come è andato in difficoltà. Fossi nella stampa italiana eviterei di mettergli addosso troppa pressione. A quello pensano già i giovani della MotoGP con i quali deve confrontarsi”.