Red Bull RB3: quanti problemi!

Non si può negare che, al di là dei punti interrogativi che i test si portano dietro, ci sia al momento una vettura su tutte che sta deludendo le aspettative

da , il

    Red Bull RB3 2007 F1

    Non si può negare che, al di là dei punti interrogativi che i test si portano dietro, ci sia una vettura su tutte che sta deludendo le aspettative.

    Si tratta della Red Bull RB3 di Adrian Newey, al momento lenta, inaffidabile e con tanti problemi da risolvere.

    Sia David Coulthard che Mark Webber non sono minimamente riusciti a percorrere lo stesso numero di chilometri dei loro colleghi. Questo a causa di una lunga serie di problemi di gioventù della RB3 tra cui il malfunzionamento dell’inedita trasmissione.

    Fosse solo questo, però, ci sarebbe poco da aggiungere.

    La vera preoccupazione riguarda altri aspetti del progetto di Newey. Su tutti l’adattamento alle Bridgestone che pare tutt’altro che convincente.

    A dimostrazione di ciò, alcuni addetti ai lavori hanno fatto notare che le gomme risultano come nuove anche dopo alcuni long-run. Segno evidente che non vengono sufficientemente sfruttate dalla vettura.

    Oltretutto, i rilevamenti fatti in galleria del vento non sono rispettati in pista. Ne è la dimostrazione la velocità di punta della RB3 che non eguaglia mai la Renault R27 nonostante sia spinta dallo stesso propulsore.

    Da qui a Melbourne ci sono ancora molti test. Speriamo che il lavoro paghi.

    Da parte nostra siamo sicuri che la svolta ci sarà, forse persino prima del previsto, perché non possiamo credere che Newey – dopo tanti successi – sia autore di un fallimento così clamoroso!