Red Bull si scontra con Vettel: accantonati gli scarichi old style

Formula 1: la Red Bull decide di adottare anche per Vettel gli scarichi più evoluti

da , il

    vettel red bull scarichi 2012 bahrain

    Ieri la Red Bull parlava di indecisione su quale configurazione degli scarichi utilizzare nel Gran Premio del Bahrain. In Cina Sebastian Vettel era tornato a quella vista nel corso dei primi test invernali mentre Mark Webber aveva proseguito con la più evoluta. Entrambi i piloti si erano detti soddisfatti delle loro scelte. In particolare Vettel sentiva la monoposto molto più vicina al suo stile di guida. Christian Horner e Adrian Newey hanno analizzato in queste ore i molti dati raccolti e sono arrivati ad una sofferta conclusione: per il bene del team stavolta è opportuno andare contro le richieste Vettel. Sarà il due volte campione del mondo a doversi adattare. La decisione non deve apparire scontata. Fino ad ora è sempre stato Webber l’uomo da sacrificare. Ciò lancerà ancora più in alto gli entusiasmi dell’australiano? Affosserà ancor di più il morale del tedesco? Lo scopriremo a Sakhir dove Vettel sarà chiamato ad una prova d’orgoglio.

    Red Bull n Bahrain: scarichi più evoluti anche per Vettel

    Sebastian Vettel è sotto pressione. I risultati non arrivano. Webber va più forte di lui e nel paddock si comincia a rumoreggiare che i meriti delle sue vittorie siano al 99% da attribuire alla Red Bull. Il tedesco deve dimostrare di non essere un due volte campione del mondo fantoccio e deve farlo con una prova d’orgoglio sin dal Gran Premio del Bahrain. Per lui la missione non sarà semplice visto che la Red Bull ha deciso di montare anche sulla sua monoposto gli scarichi più evoluti. Quelli meno graditi al tedesco. Helmut Marko ha dichiarato:“Proseguiremo con gli scarichi usati sulla macchina di di Mark Webber”. Il consulente degli austriaci parlando di Vettel ha aggiunto:“Non riesce ad avere la fiducia di prima nella sua vettura e finisce con il commettere degli errori”.

    Mercedes, Brawn:”Non siamo i favoriti”

    Dopo il Gran Premio della Cina, assieme alla Red Bull si alza forte il nome Mercedes come antagonista della McLaren per la lotta al titolo mondiale di Formula 1 2012. Ross Brawn non si sbilancia:“E’ difficile fare previsioni perché molto dipende dal comportamento degli pneumatici. Non sappiamo se in Cina noi li abbiamo fatti lavorare bene e gli altri no oppure se tutti hanno tirato fuori il massimo da loro e noi siamo comunque i più forti”. Il team principal di Brackley descrive l’ultimo GP come una gara perfetta, difficile da ripetere:“Dobbiamo riuscire a ripeterci quante più volte possibile ma ciò avverrà solo se non commetteremo mai nessun errore. Non penso che siamo diventati improvvisamente i favoriti. Credo che siamo in una buona posizione e facciamo parte di un team che ha vinto in passato e vincerà in futuro”.