Regole F1: 12 punti al vincitore!

Dalla riunione della FOTA, l'associazione dei team di Formula 1, emergono nuove proposte per la stagione 2009 e 2010 di F1

da , il

    Regole F1: 12 punti al vincitore!

    Dalla riunione della FOTA, l’associazione dei team di F1, escono nuove importanti proposte di cambio regolamentare per aumentare lo spettacolo e ridurre i costi. Le più clamorose riguardano l’assegnazione di 12 punti al vincitore e la riduzione della distanza di gara a 250 km.

    RIDUZIONE DEI COSTI. In galleria del vento potranno esserci modelli in scala al 60% e l’aria potrà soffiare ad una velocita’ non superiore ai 50m/s. Anche la fluidodinamica computerizzata vedrà delle sostanziali riduzioni. I motori in una stagione continueranno ad essere non più di 8 e limitati a 18.000 giri. Il telaio potrà avere meno aggiornamenti durante l’anno. Si parla di un solo aggiornamento per ruote, cella di sopravvivenza, due per le sospensioni, tre per cofano motore, fiancate, diffusori, fondi e prese d’aria, cinque per le ali. La trasmissione dovrà essere congelata per tre anni a partire dal 2010 e tanto il Kers quanto radio e telemetria saranno resi standard. Sono queste le proposte per abbattere il prezzo della Formula 1 che la FOTA proporrà alla FIA e nei confronti delle quali si aspetta un semaforo verde pressoché completo.

    SPETTACOLO. L’associazione dei team di Formula 1 non ha pensato solo a ridurre le spese. Ed è sul fronte dello spettacolo che le novità si fanno più interessanti. Messe da parte le medaglie di Bernie Ecclestone, per incentivare la lotta per la vittoria sarà proposto di modificare l’attuale sistema di punteggio 10-8-6-5-4-3-2-1 in un più dilatato 12-9-7-5-4-3-2-1. Inoltre, prima delle gare sarà reso pubblico il quantitativo di carburante imbarcato nelle qualifiche. Questo per quanto riguarda già la stagione 2009. Per il 2010 si pensa di assegnare dei punti mondiali anche per il cambio gomme più rapido (saranno vietati i rifornimenti) e di ridurre le gare a 250 Km o ad una durata massima di un’ora e 40 minuti.

    TV. Un terzo fronte, direttamente collegato allo spettacolo, riguarda la godibilità dell’evento in Tv. Qui le azioni della FOTA sono ancora poco chiare ma l’intenzione è di rendere il pubblico ancor più partecipe, soprattutto quello da casa, che grazie ad Internet potrebbe avere una maggiore quantità di dati a disposizione in tempo reale (l’obiettivo finale è dare il controllo completo delle telemetrie) e potrebbe avere libero accesso a tutte le comunicazioni tra macchina e muretto.

    Foto: www.bmwf1blog.com