Regole F1 2016: ecco le novità!

Regole F1 2016: ecco le novità!
da in Fia, Formula 1 2017, News F1, Regolamento Formula 1 2017
Ultimo aggiornamento: Martedì 05/01/2016 14:27

    Regole F1 2015: ecco le novità

    Il Consiglio Mondiale della FIA, riunitosi a Doha, ha raggiunto degli importanti accordi per quel che concerne il regolamento della stagione 2016 di Formula 1. Riportiamo i passaggi più salienti come la già data per scontata bocciatura della ripartenza da fermi dopo l’ingresso della Safety Car e l’approvazione del lunghissimo calendario con ben 21 gare da disputare. La FIA ha cercato di ridare monoposto più rumorose, come piacciono tanto ai tifosi di tutto il mondo, per accrescere lo spettacolo in pista. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le novità più significative nel regolamento 2016.

    Le monoposto schierate in griglia di partenza nella Formula 1 2016 dovranno avere una seconda valvola di pressione separata per far confluire i soli gas della wastegate. Risultato? ci sarà un aumento del sound senza andare ad interferire sulla potenza, sui consumi o sulla quantità di emissioni.

    Negli ultimi si è parlato spesso di “taglio della pista” con piloti furbetti e abili a sfruttare tutta la pista, e a volte qualcosa in più, per spingere le proprie monoposto. Stando al nuovo Regolamento Sportivo, si parlerà di infrazione solo se il pilota avrà tratto del reale vantaggio. La norma specifica invita comunque i piloti ad impegnarsi a restare nel tracciato per non incappare in infrazioni nel caso la Direzione notasse delle anomalie di guida.

    Cambiano le modalità di conteggio delle penalità in caso di sostituzione di alcune componenti della power unit o della trasmissione. Prima delle qualifiche, le sanzioni saranno applicate in base a quanto questi pezzi risulteranno usurati in quel dato momento o, per meglio dire, a che punto del loro ciclo di vita si troveranno. Dopo le qualifiche, sarà data la precedenza alla squadra che avrà informato prima il delegato tecnico delle possibili sostituzioni.

    Sono stati annunciati ulteriori limitazioni ai tempi ed alle modalità di utilizzo della galleria del vento e della sua omologa computerizzata, la CFD. La FIA non ha ancora dati i dettagli di questa restrizione che limiterà lo sviluppo delle vetture e abbatterà notevolmente i costi di gestione di una scuderia.

    Dopo il brutto incidente accaduto a Fernando Alonso lo scorso inverno a Barcellona, la FIA ha reso più stringenti le norme per la sicurezza anche durante i test. I piloti, quindi, dovranno rispettare tutti i requisiti già presenti per i normali GP. Tutto questo per evitare che si verificano incidenti pericolosi per l’incolumità del pilota.

    Verstappen resterà caso unico: dal 2016 solo maggiorenni in F1

    La FIA ha cambiato le regole per la concessione della superlicenza necessaria a correre in Formula 1. Detta in altre parole, nessuno potrà seguire le orme di Max Verstappen che ha debuttato nella massima categoria motoristica a soli 17 anni. Dal 2016, i piloti di F1 dovranno: aver compiuto 18 anni ed essere in possesso della patente di guida; aver accumulato almeno 300 chilometri al volante di una F1 e due anni di esperienza nelle formule propedeutiche; raccolto un totale significativo di punti nelle partecipazioni alle formule minori.

    634

    PIÙ POPOLARI