Regole F1: pit stop liberi durante la safety car

La FIA comunica il nuovo regolamento sportivo del 2009 e si scopre viene abolita la norma relativa alla chiusura della pit lane

da , il

    Leggendo tra le norme del nuovo regolamento sportivo che la Federazione Internazionale dell’Automobile ha pubblicato nei giorni scorsi, si scopre anche questo: nel 2009 non ci sarà penalizzazione per chi effettua un pit stop durante l’ingresso in pista della safety car.

    CONTROVERSIE. A rendere possibili alcuni importanti successi come quello di Lewis Hamilton a Montecarlo, quello di Robert Kubica a Montreal o quello di Fernando Alonso a Singapore, c’ha pensato la safety car. Dico questo andando solo a memoria, limitandomi al 2008 e senza citare tutto ciò che è successo dal secondo posto in giù! Azzerare l’impatto che la vettura di sicurezza ha su una gara di Formula 1 è realisticamente impossibile. Cercare quantomeno di ridurre il disagio, è doveroso. Fino alla scorsa stagione, però, quello che si vedeva era altro: per rendere più imprevedibili e appassionanti alcuni Gran Premi dall’esito scontato, si obbligava i piloti a non rientrare ai box fino a quando tutti non si fossero accodati dietro alla safety car ed i vantaggi duramente accumulati fossero ingiustamente azzerati. Colmo dei colmi, se qualcuno aveva la gravissima colpa di essere rimasto senza benzina poiché non aveva previsto l’impreveibile (cioè che sarebbe entrata proprio in quel periodo una SC), poteva scegliere o di parcheggiare sul prato e ritirarsi dalla gara o di andare comunque a fare rifornimento ma a patto di beccarsi una penalizzazione tale da ritrovarsi ultimo tra gli ultimi, praticamente un turista a zonzo per il tracciato!

    RIBELLIONE STENTATA. Qualcuno ha osato sollevare delle perplessità. Molto blandamente. Incredibilmente i team hanno continuato ad accettare la norma di cui sopra con esagerata rassegnazione. Forse perché la maggioranza delle scuderie, escluse Ferrari e McLaren, aveva solo da guadagnare da un rimescolamento scriteriato delle carte durante la gara. Forse perché, come già detto, era quello l’unico modo per rendere divertente uno spettacolo altrimenti troppo scontato. Evidentemente questi ed altri motivi sono divenuti obsoleti in un 2009 dove tutti ripartono alla pari e dove lo spettacolo dovrebbe farla da protagonista senza bisogno di aiuti esterni. Così la FIA ha deciso di cancellare una delle regole più vergognose che lo sport a motori ricordi.

    PENALITA’ ABOLITE. Tecnicamente, dal regolamento 2009 viene tolto il concetto di “pit lane chiusa” con tutto ciò che ne consegue. In sede ufficiale si è tenuto a sottolineare come la scelta si sia resa necessaria per ragioni di sicurezza dato il troppo affollamento che si veniva a creare al momento della riapertura. In realtà, anche l’idea della chiusura era nato in nome della sicurezza. Si voleva evitare, infatti, che in regime di bandiere gialle ci fossero comunque piloti che spingevano al massimo per arrivare prima in pit lane nonostante un incidente in pista. Ad ogni modo, il problema è del tutto relativo alla sola stagione 2009 dato che dal 2010 non ci saranno più i rifornimenti in gara.