Renault F1: Kubica frena l’entusiasmo

Piedi per terra e occhi fissi sul prossimo appuntamento in Turchia

da , il

    robert_kubica

    Manca poco al ritorno alla “normalità” con il gran premio di Turchia, in programma domenica 30 maggio sul circuito di Istanbul. Accantonati lo sfarzo e il glamour monegasco, i piloti torneranno in pista per il settimo appuntamento del Mondiale 2010 di F1, chi alla ricerca della conferma del successo ottenuto negli ultimi due appuntamenti della stagione, e chi desideroso di riscatto, vedi McLaren e Ferrari. E tra i vincenti e soddisfatti dell’ultima gara nel Principato c’è anche Robert Kubica, che nonostante a Monaco si sia reso protagonista di un ottima performance, ha deciso di non lasciarsi trasportare dall’entusiasmo.

    GP MONACO F1. Il polacco della Renault tiene botta in mezzo ai big di questa stagione 2010, ma nonostante i buoni risultati portati a casa finora ritiene che il suo team non dovrebbe essere troppo ottimista. La squadra francese, all’indomani del gran premio di Monaco aveva infatti festeggiato un doppio successo visto che anche le Red Bull, autrici della seconda doppietta stagionale, montano motori Renault. Ma se per le RB6 di Webber e Vettel si prospetta probabilmente un altro weekend di vittoria, Kubica ritiene che per lui sarà difficile bissare il podio di Monaco. In termini di velocità in effetti, il circuito di Montecarlo è decisamente una passeggiata rispetto a quello dell’Istanbul Park, dove il pilota della Renault ritiene sarà molto difficile avere lo stesso passo mostrato sulle stradine del Principato.

    ROBERT KUBICA. “A Monaco abbiamo messo a segno la nostra performance migliore, ma è importante restare con i piedi per terra” ha fatto sapere Kubica. “Penso comunque che potremmo essere competitivi visto che il circuito turco è simile a quello di Barcellona, dove la macchina si è comportata bene, anche se mi auguro che grazie agli aggiornamenti che abbiamo in programma per Istanbul, riusciremo a ridurre il gap che ci separa dai più forti e a posizionarci un po’ meglio in qualifica”.

    R30. Anche se Kubica ha deciso di mantenere la calma e di non lasciar viaggiare la mente verso altri possibili successi, si è detto comunque sorpreso dell’ottima forma mostrata dalla sua monoposto, che gli ha permesso di accumulare un buon numero di punti e di conquistarsi il sesto posto in classifica. “I test invernali sono andati bene e ci eravamo fatti un’idea di quanto la R30 potesse fare una volta in pista. La macchina aveva un buon potenziale e abbiamo lavorato per massimizzarlo, ma non pensavamo di riuscire a portare a casa così tanti punti sin dalle prime gare: questo significa che la squadra ha fatto un ottimo lavoro”. Ma nonostante la consapevolezza degli importanti progressi fatti dall’inizio della stagione, Kubica sa bene che la strada da percorrere è ancora lunga, per questo il team deve continuare a migliorare e spingere il più possibile.

    Foto: gpupdate.net