Renault F1: dal 2011 motori per tutti!

Dopo il successo nel gran premio di Monaco, con il terzo posto di Robert Kubica e la doppietta della Red Bull, la Renault, fornitrice ufficiale dei motori anche per il team austriaco, annuncia che a partire dal 2011 è pronta ad aumentare il numero dei suoi clienti in F1

da , il

    renault_pit_stop

    Il gran premio di Monaco non è stato solamente il gran premio di Mark Webber e della Red Bull. La Renault infatti, oltre ad essersi aggiudicata il terzo gradino del podio grazie a un bravissimo Robert Kubica, ha trionfato con tutte e tre le vetture, dal momento che fornisce i motori anche al team austriaco. Remi Taffin, capo del programma ingegneristico della squadra austriaca, dopo il successo monegasco ha dichiarato che per la stagione 2011 l’azienda è pronta ad allargare la sua fornitura anche ad altre squadre.

    GP MONACO F1. Sulle strade del Principato il pilota polacco si è distinto nel corso del weekend grazie a un’ottima performance con la sua R30, fermando il cronometro su tempi molto vicini a quelli delle velocissime Red Bull. I motori Renault al momento sono presenti sulle monoposto della Red Bull e sulle vetture del team francese, ma ci sono già stati dei contatti anche con la Williams e la Lotus per la prossima stagione, anche se le due squadre inglesi montano entrambe motori Cosworth. “Non sappiamo quali altri team forniremo il prossimo anno” ha dichiarato Taffin, “ma sicuramente saremo in grado di ampliare la nostra clientela. Questo comporterà un aumento dell’organico e della produzione, ma una volta che si forniscono due team, non è un gran problema farlo con tre o quattro”.

    REMI TAFFIN. Nella stagione passata, la caa francese non era di certo considerata leader nella fornitura di motori, ma quest’anno, dopo aver mostrato di essere decisamente più in forma e grazie ai recenti successi di Kubica e al dominio della Red Bull, le critiche nei confronti della performance dei suoi motori si sono alleggerite, e il Renault V8 a Monaco ha sbancato sia in qualifica che in gara. Sebbene i francesi siano consapevoli del fatto che altri costruttori potrebbero produrre motori molto più potenti, la Renault è molto soddisfatta degli ultimi risultati. “È sempre difficile fare una valutazione complessiva” ha spiegato Taffin. “Noi potremmo non essere i migliori in termini di potenza, ma si deve tenere conto anche di altri aspetti: come si inserisce il motore nella vettura, come si è in grado di svilupparlo all’interno della macchina o viceversa. Per questo ritengo che forse non siamo poi così male come si dice in giro…”.

    Foto: gpupdate.net