Renault F1: Kubica chiama Raikkonen

Non sono solamente i tifosi ad augurarsi il ritorno di Kimi Raikkonen in Formula1

da , il

    kubica_raikkonen

    Non sono solamente i tifosi ad augurarsi un ritorno in Formula1 per l’ex campione del mondo Kimi Raikkonen. L’iridato 2007, che a fine stagione 2009 ha abbandonato il Circus per dedicarsi all’altra sua grande passione, i rally, è sempre rimasto nel cuore degli appassionati e di coloro che vorrebbero vederlo tornare a vincere sui circuiti del mondiale. Fino ad ora il finlandese non ha escluso una sua possibile marcia indietro, ma non ha mai nemmeno negato quanto l’ambiente dei rally sia di gran lunga migliore di quello incontrato in F1. Chissà però che la chiamata di un collega non gli faccia cambiare idea…

    KIMI RAIKKONEN. In periodo di rinnovo contratti e ora che il mondiale è entrato nel vivo con la decima tappa, in programma domenica sul circuito di Silverstone, la carta Kimi Raikkonen torna in gioco. Dopo che per l’ex campione del mondo si sono ufficialmente chiuse le porte della Red Bull, che sponsorizza la Citroen C4 con cui Kimi gareggia nel WRC e che sembrava l’opzione più probabile per un suo rientro in F1, diverse ipotesi si sono fatte strada all’orizzonte, ultima in ordine di tempo, la possibilità per il finlandese di rimettersi al volante di una monoposto come tester per i nuovi pneumatici dell’italiana Pirelli, che a partire dalla prossima stagione prenderà il posto della Bridgestone come fornitore ufficiale.

    PETROV A CASA? Ma un’altra chiamata, sebbene non ufficiale, è arrivata dal pilota della Renault, Robert Kubica, che proprio in questi giorni ha rinnovato il suo contratto con i francesi fino al 2012 e che al momento ha come compagno di squadra l’esordiente russo Vitaly Petrov, giovane talento ma ancora inesperto e poco consistente. Il pilota polacco ha fatto sapere che Raikkonen sarebbe il benvenuto il prossimo anno ai box del team di Enstone nel caso in cui il team decidesse di provare a convincere l’ex ferrarista ad abbandonare i rally e fare ritorno in F1. Al momento Kubica è il numero uno del suo team, visto che da inizio stagione è stato l’unico ad apportare un valido contributo alla squadra: il giovane Petrov è infatti andato a punti solo una volta.

    ROBERT KUBICA. Ma l’ipotesi dell’arrivo dell’ex campione del mondo non sembra preoccupare il driver di Cracovia, che si è anzi detto entusiasta all’idea di potersi confrontare in casa con un talento come Raikkonen. “Come ho sempre detto, non ho alcun problema con il mio compagno di squadra”, ha dichiarato il pilota della Renault. “Se davvero Kimi facesse parte del team sarebbe un’ottima cosa: è un gran pilota, pieno di talento”. Kubica non ha comunque risparmiato una frecciatina a Petrov: anche se non ufficialmente fuori dai giochi, il russo è stato chiamato a rapporto affichè anche lui cominci a concretizzare la propria performance, in particolar modo per permettere alla Renault di combattere per il quarto posto nei costruttori, davanti alla Mercedes GP. “Anche se è troppo presto per parlarne, sarebbe molto meglio per la squadra avere due buoni piloti, così che entrambi possano contribuire al risultato del team e aiutarsi a vicenda”.