Renault F1: puntiamo alla Mercedes GP

A differenza della McLaren, che recentmente si è dichiarata non particolarmente soddisfatta delle prime 3 gare (nonostante sia al secondo posto nella classifica costruttori), la Renault è contenta e spavalda

da , il

    Il Mondiale 2010 di F1 è appena cominciato e, dopo le prime 3 gare, i team, soddisfatti o meno delle proprie performance, hanno già le idee chiare su come migliorare e su chi sono i rivali da tenere maggiormente sotto osservazione. La McLaren ha recentemente dichiarato di essere contenta per i successi conquistati in Bahrain e a Melbourne, grazie a Lewis Hamilton e Jenson Button, ma allo stesso tempo non si è sottratta a una leggera autocritica, dichiarando come i primi risultati siano stati inferiori alle aspettative.

    RENAULT F1. Ma se uno dei 4 team favoriti di questa stagione dimostra di essere molto duro con se stesso, dall’altra c’è anche chi si accontenta, e anzi si dà la carica proprio grazie ai risultati ottenuti finora, benché minori e benché la stagione sia ancora lunga. È il caso della Renault, che anche se probabilmente non raggiungerà la vetta della classifica, sta dimostrando di essere una sfidante molto competitiva e da non sottovalutare. James Allison, direttore tecnico del team francese, è infatti convinto che nelle prossime gare la squadra sarà in grado di avvicinarsi e superare il suo rivale attualmente più vicino, la Mercedes GP. Nella classifica costruttori la Mercedes si trova al quarto posto, seguita appunto dal team di Enstone, con un distacco di 14 punti.

    JAMES ALLISON. “Credo sia una possibilità non così remota, visto che al momento sono davanti a noi solamente per quanto riguarda il passo nelle qualifiche” ha dichiarato Allison. “In Malesia invece, da questo punto di vista eravamo superiori in gara”. Sebbene la Renault sia consapevole di chi sia il suo rivale, Allison è convinto che grazie ad alcuni aggiornamenti previsti per la prossima gara in Cina, il team avrà buone possibilità di avvicinarsi alla Mercedes. “Forse non sarà sufficiente per spuntarla in qualifica, ma in questo modo potremmo avvicinarci a loro, e se riuscissimo a passarli al via sono sicuro che abbiamo il passo giusto per tenerli dietro”. Certo, in F1 servono i fatti, ma la grinta e la voglia di emergere, alla Renault sembrano proprio non mancare. Allison è convinto che quest’anno, grazie a un approccio aggressivo allo sviluppo, il team sarà ben presto ripagato. “Non abbiamo mai fatto mistero di voler migliorare la monoposto in modo deciso nella stagione 2010, il che significa mettere in pratica le nostre idee e portarle in pista il più velocemente possibile. Il nostro tasso di sviluppo aerodinamico attualmente è il più alto di sempre; almeno il doppio rispetto all’anno scorso. E anche i tempi di attuazione dei progetti si sono ridotti in modo sorprendente”.

    ROBERT KUBICA. In merito al secondo posto di Robert Kubica nel gran premio di Melbourne, e alla quarta posizione conquistata in Malesia, Allison ha dichiarato come i risultati ottenuti siano stati il massimo che la squadra potesse ottenere in quel momento. “Siamo molto soddisfatti. Abbiamo avuto più di quanto potessimo realisticamente sperare, visto l’attuale livello di competitività della monoposto. Abbiamo colto la maggior parte delle opportunità che ci si sono presentate, e non possiamo proprio lamentarci di questo inizio di stagione”.