Renault vuole essere terza forza: davanti a BMW e Toyota entro fine stagione

la renault è soddisfatta degli ultimi gran premi disputati ed ammette di puntare al quarto posto nel mondiale costruttori e di raggiunhere la bmw sauber sul fronte delle prestazioni per diventare la terza macchina più veloce in pista a fine 2008

da , il

    Galvanizzati dal podio di Hockenheim con Nelsinho Piquet e rincuorati per il doppio arrivo in zona punti dell’Hungaroring, gli uomini Renault guardano con fiducia al futuro e si danno obiettivi concreti: superare la Toyota in classifica e fare meglio dell’inarrivabile BMW Sauber con le prestazioni in pista. Il tutto nell’arco delle ultime 7 gare del 2008.

    SUPERARE LA TOYOTA. Al momento i giapponesi occupano la quarta posizione in classifica con 4 punti di vantaggio sui francesi. Nonostante sia dalla gara di Montecarlo che la Toyota è davanti alla Renault e nonostante le prestazioni di Trulli e Glock siano cresciute notevolmente negli ultimi due appuntamenti, il vantaggio nei confronti di Alonso e Piquet è andato riducendosi. Per questo motivo Pat Symonds sfodera un ottimismo senza precedenti e si dichiara sicuro di poter raggiungere la quarta posizione da qui a fine stagione:“Se valutiamo i trend, possiamo notare che il nostro è in continua ascesa mentre la Toyota ha avuto alcuni alti ed alcuni bassi. Questo mi fa supporre che noi abbiamo basi più solide e possiamo proseguire nella nostra rimonta con successo”.

    PIU’ VELOCI DELLA BMW SAUBER. Il passaggio successivo nella strategia di Symonds è quello di fare meglio anche della BMW Sauber. I bavaresi sono inarrivabili in classifica, per questo alla Renault basterebbe fare meglio della Toyota per il quarto posto nel mondiale e battere la squadra di Mario Theissen sul fronte delle prestazioni. Sempre analizzando gl ultimi trend, il responsabile tecnico della Renault azzarda impegnative previsioni:“La BMW appare in calo costante. Noi, invece, negli ultimi due appuntamenti abbiamo dato il meglio della stagione ed abbiamo raccolto più punti di loro. Non credo che siamo superiori ma penso che, continuando di questo passo, potremmo raggiungerli entro la fine della stagione”.

    SENZA LIMITI. Non si trattiene Symonds il quale fa notare che solo la McLaren ha fatto più punti della Renault nelle ultime due gare e chiude l’intervista con un proclama esplicito:“Ci stiamo muovendo nella giusta direzione e questo mi rende fiducioso che si possa chiudere la stagione al quarto posto nel mondiale e con la terza macchina più veloce in pista”

    EFFETTO ALONSO. Inutile dire che dietro ai buoni risultati dei francesi, al di là del fortunoso podio di Piquet in Germania, c’è la firma di Fernando Alonso. Lo spagnolo si appresta a guidare nella sua seconda gara di casa e non nasconde che, dopo le sfortune avute in altre occasioni teoricamente congeniali per un outsider come lui, spera di poter pareggiare il conto con la sorte proprio davanti al pubblico di casa. “A Barcellona ho rotto mentre stavo facendo una grande gara. In altri circuiti dove potevo trarre vantaggi dalle condizioni incerte della gara o della pista non ho mai trovato il guizzo giusto. Qui a Valencia - spiega il pilota asturiano – ho l’occasione per rifarmi perché ci sono tutti gli ingredienti giusti. Nei circuiti cittadini mi sono sempre trovato bene e l’aria di casa mi dà quegli stimoli in più che possono fare la differenza. Sarà cruciale, però, trovare il giusto setup”.