Ritiro Stoner, Valentino Rossi: “grande perdita per la MotoGp”

da , il

    Vale_Casey_Jorge

    Casey Stoner spiegando le cause che l’hanno portato a decidere di abbandonare il mondo delle corse, ha portato alcune argomentazioni che possono essere viste come critiche piuttosto pesanti per la MotoGP. Casey torna al 2009 quando ha subito uno stop forzato per tre gare per motivi di salute: il pilota risultava infatti molto spesso stanco, ammettendo che proprio quello è stato un momento decisivo poiché sentiva molte false voci che circolavano riguardo le sue condizioni fisiche e le cause che l’avevano provocata.

    Questo, sempre stando alle parole dell’australiano, gli ha ricordato l’importanza di due “valori” quali la famiglia e la salute; Stoner passa quindi a portare motivazioni più legate al mondo della MotoGP confessando che non si diverte più a correre, visti i pochi sorpassi e la conseguente maggior noiosità delle gare (un altro pilota che rilascia dichiarazioni simili dopo Valentino Rossi), conclude dichiarando: “non è il mondiale che ho amato in passato” e “ho perso la passione per questo sport, per la corsa”.

    Parole che possono suonare, come anticipato, come accuse alla Dorna e a tutta la MotoGP.

    Ovviamente subito dopo queste dichiarazioni, l’attenzione si è rivolta verso i pensieri e le dichiarazioni dei piloti che corrono in pista con lui ogni week end e come prevedibile Valentino Rossi e Jorge Lorenzo erano quelli più attesi ai microfoni dei giornalisti; Valentino Rossi ha espresso tutto il suo rammarico per il ritiro di Casey dichiarando “è una grande perdita per la MotoGP”, ma ha giustamente aggiunto che essendo una decisione personale va pienamente rispettata, in ultima battuta ha affermato che, per quanto riguarda il suo futuro, correrà almeno per altri due anni (quasi a smentire le voci di un suo possibile passaggio in Superbike).

    Considerazioni simili arrivano anche da Jorge Lorenzo, rimasto spiazzato proprio dalle dichiarazioni di Stoner nella conferenza pre-gara di Le Mans tanto da ribadirlo ai giornalisti confessando che, nonostante i rumors a riguardo, pensava di vederlo correre almeno nella prossima stagione, detto questo Jorge esprime il suo pensiero a riguardo e lo fa dicendo, anche lui, che: “il ritiro del pilota australiano è una notizia negativa per le MotoGP, ma merita di essere rispettata“.