Ritorno Alfa Romeo in F1: disegnata la monoposto del futuro

Formula 1: L'Alfa Romeo potrebbe presto tornare a correre in F1. Il designer Olcay Tuncay Karabulut ha disegnato la monoposto del futuro.

da , il

    L’Alfa Romeo tornerà presto in Formula 1? I nostalgici se lo augurano, i fans ci credono e Sergio Marchionne ci spera. Negli ultimi mesi si sta facendo sempre più insistente la voce di un imminente ritorno del marchio nella Formula 1 del futuro. Questo argomento sta tenendo banco da un po’ di tempo, ma finora non ci sono stati passi significativi se non colloqui informali. La voglia dell’Alfa Romeo di ritornare nel motorsport è comunque tanta e non è da escludere che a breve possa tornare realmente a correre nel mondiale della F1. Il designer Olcay Tuncay Karabulut ha disegnato un’ipotetica Alfa Romeo di Formula 1 con cockpit chiuso, simile a quello pensato dalla Red Bull per il prossimo futuro. La monoposto ha lineamenti morbidi con una livrea rossonera. Sarà veramente cosi bella e all’avanguardia la vettura del biscione?

    Sauber in crisi, entra l’Alfa Romeo?

    La Sauber sta attraversando una forte crisi economica con i tecnici e ingegneri che non vengono pagati da mesi. A fronte di queste difficoltà, potrebbe intervenire proprio il marchio del Biscione a salvare la scuderia. Questa operazione sarebbe vantaggiosa per l’Alfa Romeo per diversi motivi: la Sauber è la quarta scuderia più longeva in Formula 1, ha una galleria del vento di qualità e nel proprio centro ha risorse tecnologiche all’avanguardia. Un’opportunità dunque per entrambi con la Sauber che non chiuderebbe i battenti e con l’Alfa Romeo che tornerebbe in pianta stabile in Formula 1. Il presidente della Ferrari, ad inizio anno, aveva detto di veder di buon occhio un ritorno nella Formula 1 dell’Alfa Romeo. Durante il GP della Cina, ilpresidente della Ferrari aveva confermato l’indiscrezione: “L’Alfa deve tornare in Formula 1 perchè è nata in questa categoria e deve tornarci. Collaborazione con la Sauber? Se si accollano i debiti si può fare”.

    Marchionne: “Alfa ha le qualità per arrivare in F1″

    Notizia del 15 Febraio 2016

    Sergio Marchionne non demorde e continua ad insistere per un clamoroso ritorno dell’Alfa Romeo in Formula 1. Il presidente della Ferrari, sulle pagine della Gazzetta dello Sport, ha spiegato quanto creda in questo progetto: “Secondo me gli uomini dell’Alfa Romeo avrebbero tutte le qualità tecniche per rientrare in Formula 1 con un proprio telaio. Per quanto riguarda il motore penso che si potrebbe fare un’interessante collaborazione per portare in pista le monoposto Alfa con la nostra Power Unit”. Il numero 1 del Cavallino Rampante ha anche spiegato l’importante della F1 nel futuro dell’Alfa: “Io sinceramente preferirei vedere l’Alfa Romeo nel mondiale Formula 1 piuttosto che a Le Mans. La visibilità è differente e sopratutto porterebbe nuovo risalto anche alla categoria”. Vedremo presto il ritorno della casa italiana? Marchionne ci crede e continua ad insistere per un imminente approdo dell’Alfa Romeo in pista.

    Marchionne cerca partner per l’Alfa

    Notizia di Gennaio 2016

    Le grandi manovre di Sergio Marchionne per far tornare l’Alfa Romeo in Formula 1 non sembrano ancora essere terminati. Il capo di FCA, insomma, non si vuole arrendere. Ma pone le sue condizioni. E’ fuori da ogni logica l’ipotesi che venga messo in piedi un team in proprio. Molto più probabile, stando anche alle ultime esternazioni rilasciate in occasione del debutto del titolo Ferrari nella Borsa di Milano, che ciò avvenga qualora salti fuori un partner interessato ad avere un motore con il marchio del Biscione.

    Marchionne: “Alfa Romeo in F1 come partner”

    “E’ possibile un ritorno dell’Alfa Romeo in Formula 1 – ha affermato Sergio Marchionne - ma sarebbe molto difficile senza il supporto di un altro team. Confermo che l’associazione con la F1 sarebbe ideale per noi così come credo che lo sia per altri marchi che secondo me hanno sbagliato a lasciare”. L’amministratore delegato di FCA ce l’ha in particolare con quelli della BMW:“I tedeschi non dovevano andarsene nel 2009″.

    Marchionne non si pente del mancato accordo con Red Bull

    Una strada che Marchionne poteva percorrere per ripostare l’Alfa Romeo in Formula 1 era quella di fornire i motori alla Red Bull. L’accordo è saltato in quanto il presidente della Ferrari non ha voluto concedere ai rivali la stessa power unit che useranno le Rosse per disputare la stagione 2016 di F1. Di questa scelta è tutt’ora più che convinto:“Abbiamo lavorato sodo per recuperare sulle Mercedes e crediamo che sarebbe stato pericoloso dare la nostra unità ad un rivale che ha un telaio molto competitivo come la Red Bull. Il mio primo interesse è per la Ferrari”.