Robert Kubica a favore del traction control

Robert Kubica è a favore del traction control perché consente di andare più veloci ed è quello ciò che a lui niteressa prima di tutto

da , il

    Robert Kubica a favore del traction control

    Robert Kubica è contro. E’ contro a chi ha vietato il traction control. E’ contro a chi ha introdotto in Formula 1 le gomme scanalate ed è contro a chi ha voluto portare i motori da V10 a V8. Insomma, Kubica ce l’ha con quelli che vogliono rallentare in tutti i modi le prestazioni delle vetture di F1

    A chi pensava che l’incidente nel GP del Canada lo avesse segnato in qualche – qualora non gli fossero neanche bastati gli ottimi risultati otenuti in pista – deve arrendersi definitivamente dopo queste dichiarazioni.

    Come un vero pilota deve fare, infatti, anche Kubica dimostra di avere la velocità nel sangue e per questo si schiera a favore del traction control.

    Lo fa non tanto perché teme di avere maggiori difficoltà nel controllare la vettura, ma solo perché senza di esso la sua BMW Sauber andrà più piano di prima:“Dopo le gome scanalate e il V8, adesso ci toglieranno anche il traction control. Io amo correre e guidare, ma vorrei che le vetture di F1 fossero la cosa piu’ veloce sulla Terra. Non mi importa di cosa dovro’ fare di preciso con il mio piede destro, ma senza dubbio voglio andare piu’ veloce possibile! Non mi piacciono gli interventi che mirano a rallentarmi”.

    Il riferimento è proprio alla centralina elettronica standard che entrerà in vigore dal 2008 e che non avrà più gli attuali e sofisticati meccanismi di controllo della trazione che consentono ai piloti di schiacciare a fondo l’acceleratore senza preoccuparsi più di tanto del resto.