Robert Kubica in Renault: pro e contro

Robert Kubica alla Renault rappresenta un ottimo investimento per il team francese e una grande opportunità per il driver polacco a patto che la squadra, orfana di Briatore, ritrovi al più presto la strada della competitività

da , il

    L’ultima sistemazione per quanto riguarda l’effervescente mercato piloti 2010, caratterizzato dal passaggio di Fernando Alonso alla Ferrari, è stata l’arrivo del polacco Robert Kubica nel team Renault.

    La scelta del team è da definirsi sicuramente giusta, poichè Kubica, a mio parere, è l’astro nascente della Formula 1, uno dei sicuri protagonisti dello sport motoristico più famoso al mondo del futuro, insieme a Sebastian Vettel.

    Sotto questo punto di vista, quindi, ritengo che la Renault non potesse fare una scelta migliore.

    Tuttavia, la competitività della monoposto lascia ancora a desiderare, nel senso che negli ultimi 3 anni non sono arrivate grosse soddisfazioni, se non le due vittorie ottenute da Alonso nel 2008 (di cui una, quella a Singapore, che ha suscitato strascichi di polemiche in tutto il circus, come tutti ormai sappiamo), a cui vanno aggiunti i due podi ottenuti dallo stesso pilota asturiano a Interlagos 2008 e quest’anno a Singapore (sempre lì, neanche a farlo apposta).

    Dalla vittoria del titolo di Fernando Alonso nel 2006, la Renault non è stata più in grado di lottare per il titolo, un po’ perchè le ultime vetture sono state mal progettate, un po’ perchè si sentiva la mancanza di un campione come Fernando, che nel 2007 era passato alla McLaren salvo poi tornare al mittente un anno dopo, e un pò anche per l’inadeguatezza di alcuni piloti che ha avuto (Nelsinho Piquet su tutti).

    Dopo il gran finale di stagione del futuro ferrarista lo scorso anno, si pensava che la Renault quest’anno sarebbe stata tra le protagoniste del campionato, che il bi-campione del mondo potesse contendersi il titolo con i piloti migliori, eppure la situazione è la stessa del 2008, se non addirittura peggiore: la scorsa stagione, infatti, la Renault di questi tempi aveva già ottenuto due vittorie, e sia Alonso che Piquet avevano portato punti al team, nonostante le prestazioni del brasiliano siano state quasi sempre deludenti.

    Quest’anno invece non è giunta nessuna vittoria finora, ma un solo podio e punti iridati ottenuti dal solo Alonso.

    Ci auguriamo che la situazione del team francese sia diversa nel 2010, poichè Kubica, come ho già detto diverse volte, meriterebbe una vettura competitiva, perchè un buon pilota come lui non può di certo lottare a centro classifica con le Force India, come la crisi della BMW quest’anno lo ha costretto a fare.

    Le sue aspettative sono ottimistiche, è convinto di poter lottare per il titolo, quindi la nostra speranza è che non si trasformi tutto in una delusione, ma che lui e la Renault riescano davvero a dare filo da torcere a Ferrari, McLaren, Red Bull, BrawnGP & Co., soprattutto per avere più spettacolo in pista, oltre che per stima personale nei confronti del pilota.