Ross Brawn: genio anche del cattivo gusto

Ross Brawn mette in vendita una Ferrari 575 Maranello che gli aveva regalato il Presidente Luca di Montezemolo in segno di amicizia

da , il

    Ross Brawn traditore? Forse. Sicuramente sta a “0″ quanto a buone maniere ed eleganza. Autosprint, infatti, fa sapere che l’ex uomo in rosso ha messo in vendita una Ferrari che gli era stata donata in segno d’amicizia da Luca di Montezemolo, con tanto di targa personalizzata…

    ROSS BRAWN. Al nuovo campione del mondo costruttori di Formula 1 si possono fare 800miliardi di complimenti ma non gli si può certo dire che sia elegante. Sembra un gorilla. Quando si pappa la banana poi… Ciò detto, ad avercene di tecnici come lui in Formula 1! Arriva in Benetton e porta il team a vincere i suoi primi ed unici titoli mondiali. Viene preso dalla Ferrari e costruisce un ciclo vincente come mai prima si era visto. Passa alla Honda e, dopo un anno di risistemazione, sforna una macchina stratosferica, talmente superiore alla concorrenza che si permette persino il lusso di metterci il suo nome sopra e vincere il mondiale senza aver più supporto del colosso nipponico, senza aver beneficiato dei test invernali e senza grossi fondi per sviluppare la monoposto in corso d’opera. Ecco, appunto: uno con le sue capacità, fosse per me andrebbe impiegato in ambiti di ben più alto spessore. Presidente del Consiglio, Presidente dell’ONU. Capo del Mondo. Fate voi.

    FERRARI. Genio indiscutibile, dicevamo, ma anche padrone del cattivo gusto dato che ha deciso di mettere in vendita una Ferrari regalata nientemeno che da Luca di Montezemolo. La Ferrari 575 Maranello con appena 6000 km all’attivo è in vendita presso la Legends Automotive Ltd in Inghilterra. Come nuova, anzi decisamente nuova, ha come caratteristica unica una targhetta argentata appiccicata sulla plancia con la scritta “Grazie Ross, con amicizia, Luca di Montezemolo”. Il regalo è datato 2002 e segue la trionfale annata delle Rosse di Maranello. Inutile dire che il tecnico inglese spera di ricavare dei bei soldoni dalla vendita di quel pezzo unico. Soldoni, magari, da investire per battere di nuovo la Ferrari anche nel 2010.