Ross Brawn: la Mercedes può ancora farcela

Non è partita benissimo la Mercedes GP in questa stagione 2010 di F1

da , il

    mercedes_gp

    Se la lotta per il mondiale 2010 di F1 è ancora aperta per diversi piloti, anche quella per il titolo costruttori non è da meno. Grazie alle doppiette messe a segno in Cina, Turchia e Canada, la McLaren si è portata in testa ai suoi avversari, e al momento è al comando con 22 punti di vantaggio sulla Red Bull e 54 sulla Ferrari. In quarta posizione invece, il distacco comincia a farsi più definito, con la Mercedes GP indietro di 107 punti rispetto alla rivale britannica. Ma se, diversamente a quanto sperato fino a qualche gara fa, Michael Schumacher non sembra più troppo papabile per competere nella lotta al titolo, Ross Brawn ritiene che il team possa comunque ancora giocarsela nei costruttori, nonostante un inizio di stagione un po’ a rilento.

    MERCEDES GP. Nel corso dei primi otto appuntamenti della stagione, il team di Brackley è salito due volte sul podio, grazie al terzo posto conquistato da Nico Rosberg a Shanghai e Sepang. La squadra campione del mondo in carica non è ancora riuscita a prendere l’onda giusta, nonostante gli aggiornamenti apportati a partire dal gran premio di Spagna e nonostante al non più velocissimo Schumacher sia stata praticamente sostituita in toto la monoposto per rendergli il suo ritorno in Formula1 un po’ meno penoso. Ultimamente poi, il sette volte campione del mondo è riuscito a fare meglio del compagno di squadra Rosberg, ma peggio di quanto quest’ultimo riusciva a fare quando era davanti al fenomeno di Kerpen, quindi, nel complesso la prestazione a livello di squadra non è migliorata molto. Ma Ross Brawn, boss del team tedesco, è convinto che il titolo non sia una possibilità così remota, dal momento che finora, le mancate vittorie sono state solo una conseguenza di una serie di piccoli problemi.

    ROSS BRAWN. “Grazie al nuovo sistema di punteggi, quest’anno le distanze non sono così insormontabili e continueremo a sforzarci al massimo per diventare più competitivi”, ha dichiarato Brawn. “Abbiamo tutte le carte in regola per farcela e la differenza tra vincere e perdere è minima: dobbiamo solo cercare di annullarla”. L’ottimismo di Brawn è sostenuto anche dal passo mostrato in Canada dalla MGP W01, anche se sia Rosberg che Schumacher, che nelle libere erano stati autori di una buona performance, non sono riusciti ad ottenere poi un buon piazzamento in qualifica. “A Montreal la monoposto era in armonia con il circuito e il nostro passo in gara è stato incoraggiante. Sfortunatamente il sabato siamo stati ben al di sotto del nostro potenziale e le posizioni in griglia di partenza hanno compromesso il weekend”. Sul circuito canadese la Mercedes GP di Nico Rosberg è stata tra le vetture più veloci nel corso della gara e il pilota tedesco ha impressionato grazie alla sua scalata dalla decima fino alla sesta posizione. Schumacher invece, nonostante le buone premesse, ha danneggiato l’alettone anteriore, ha bucato una gomma e non è riuscito a trovare il giusto passo a causa della scelta poco azzeccata di montare pneumatici opzionali.

    GP EUROPA F1. Poco male, Brawn e la Mercedes guardano avanti e confidano nella prossima gara, dove la MGP W01 dovrebbe trovarsi a suo agio. “Il tracciato di Valencia è simile per molti aspetti a quello di Montreal”, ha concluso Brawn “con lunghi rettilinei che portano a curve veloci. Abbiamo in programma un pacchetto di aggiornamenti che ci permetteranno di fare un ulteriore passo in vista dello sviluppo per competere nelle prime file”.

    Foto: ultimogiro.com