Ryuichi Kiyonari: il futuro della Honda nella Motogp

Con Ryuichi Kiyonari la Honda prova l'accoppiata pilota-moto giapponese

da , il

    Ryuichi Kiyonari

    La Honda è la casa produttrice di moto più grande del mondo. E praticamente nel mondo delle corse può tutto: cambiare regolamenti, fare o disfare le fortune dei vari piloti. Ma c’è una cosa che non è mai riuscita a fare, vincere un mondiale della massima categoria con in sella un pilota del Sol Levante.

    La casa di Tokio culla da diversi anni questo sogno, ma anche per quest’anno non se ne farà niente, o almeno non se ne farà niente finchè non si troverà un giapponese capace di meritarsi la guida di una HRC ufficiale.

    Ci avevano provato con lo sfortunato Daijiro Kato che era la scommessa principale, ma il destino aveva altri progetti per il pilota numero 74. Ora la scommessa della Honda è Ryuichi Kiyonari che, campione della British Superbike, da quest’anno partecipa al campionato mondiale Superbike in sella ad una Cbr 1000 rr.

    Vista la prima uscita a Losail , possiamo essere certi che il pilota giapponese dovrà lavorare molto per arrivare alla Motogp, visto che nel GP del Qatar non si è mai visto e che addirittura nelle prove era diversi secondi dietro i migliori.

    La speranza dell’accoppiata moto-pilota giapponesi potrebbe essere una chimera irraggiungibile dai vertici di Tokio, anche se la proverbiale pazienza e perseveranza che li contraddistingue rende tutto possibile nel lungo termine. Molto lungo però.