San Marino: nervi, tattica e talento!

Altro che noia! Ci siamo sbagliati sulla dinamica della gara

da , il

    Michael Schumacher

    Altro che noia! Ci siamo sbagliati sulla dinamica della gara. Ma non abbiamo sbagliato il vincintore: Michael Schumacher.

    A differenza delle aspettative, però, è stata una vittoria della tattica, dei centesimi e dei nervi saldi.

    Fino al primo pit-stop tutto è andato come previsto. Il tedesco allungava e gli altri affannavano nel tentativo di tenergli la scia. Alcuni problemi di gomme, però, hanno reso il resto della gara una continua sofferenza.

    Esattamente un anno fa Schumy avrebbe meritato di vincere ma non riuscì a superare lo spagnolo. Stavolta si è ripreso quello che gli spettava. Il tutto grazie ad una pista che non permette sorpassi e – soprattutto – grazie ad una tattica sbagliata della Renault e ad una zampata decisiva di Schumacher.

    Alla Renault, infatti, hanno deciso di prendere in contropiede la Ferrari. Nelle loro intenzioni, dato il vantaggio nei tempi sul giro di Alonso, rientrando con gomme fresce sarebbero riusciti ad andare più forti di Schumacher con serbatoio scarico ma con gomme usurate ed in crisi. In quel modo quando Schumacher sarebbe rientrato, Alonso avrebbe già recuperato quel secondo che gli avrebbe consentito di passargli davanti.

    Il conto che hanno fatto era esatto. Ma non hanno considerato il talento di Schumacher che, mentre Alonso spingeva con gomme fresche, riusciva a tirare fuori dal cilindro un giro da vero campione (più basso di un secondo rispetto al suo normale passo fino a quel momento).

    Succede così che Schumy riesce a rifornire al giro seguente e rientra in pista ancora davanti. E’ fatta!

    Da casa si continua a soffrire perché fino a due giri dalla fine ogni curva è buona per vedere un sorpassaccio che stroncherebbe ogni entusiasmo. Ma così non è. Con tranquillità, si scoprirà dopo, il ferrarista ha controllato l’avversario.

    Imola è fatta così: se sei davanti ci resti. Chiederlo per conferma anche a tutti gli altri piloti.

    Speriamo che dal prossimo anno con i lavori di ristrutturazione cambino le cose. Intanto gustiamoci questa tanto attesa vittoria.