SBK 2012, Melandri dopo il Nurburgring: “Penso già al Portogallo”

da , il

    marco_melandri_nurburgring_races_2012

    Ancora una volta il mondiale Superbike ci ha regalato un week end ricco di emozioni durante il quale gli appassionati hanno potuto assistere a due gare ricche di sorpassi e colpi di scena, anche in chiave mondiale. Dopo Gara-1 dove ha trionfato Max Biaggi, il leader provvisorio della classifica mondiale è tornato ad essere il Corsaro, nella seconda manche sembrava ripetersi il copione, questa volta a parti invertite, con Biaggi che incappa in una caduta, riuscendo però a ripartire, mentre Melandri era in lotta con Sykes per la vittoria, verso l’ottavo giro però anche il ravennate cade nel tentativo di allungare su Tom.

    Marco ha quindi graziato Biaggi che con la sua caduta aveva dato la possibilità al pilota BMW di pareggiare i conti per quanto era successo in Gara-1. Ovviamente Macho è decisamente deluso per questo suo primo doppio zero rimediato sul circuito tedesco del Nurburgring: “Per la prima volta in carriera ho conseguito un doppio-zero. Due gare diverse ma dallo stesso risultato”.

    Marco Melandri ha tentato di spiegare sul suo sito internet le cause delle due cadute in cui è incappato in questo dodicesimo round del mondiale SBK: “Sono molto dispiaciuto per la squadra che ha lavorato duramente per consentirmi di raggiungere dei buoni risultati. In Gara 1 ho faticato parecchio a trovare grip al posteriore, perdevo troppo dagli altri piloti in percorrenza ed uscita dalle curve, così dovevo forzare più del solito in staccata: per questa ragione alla curva 8 sono transitato sopra un avvallamento e ho perso l’anteriore. Nella seconda gara, sinceramente, non so cosa sia successo. Ero in testa, ero a posto, poi ad un certo punto ero in pieno rettilineo e ho perso l’anteriore. Tutto molto strano. Adesso voglio ricaricare le batterie per tornare a giocarmela in Portogallo”.

    Biaggi: “Lotteremo fino in fondo”

    Il tracciato tedesco del Nurburgring si è dimostrato pista amica per la casa di Noale che è riuscita a centrare una stupenda doppietta in Gara-1 con Max Biaggi ed Eugene Laverty, mentre nella seconda gara della giornata è riuscita ancora a piazzare due moto davanti a tutti, ma questa volta è stata la moto satellite del team ParkinGO guidata dal giovane Chaz Davies a tagliare per primo il traguardo seguito da un ottimo Laverty.

    Nonostante la caduta di cui il romano è stato protagonista, il pilota dell’Aprilia ha dato vita a una grande rimonta dalle retrovie, riuscendo a chiudere in tredicesima posizione con una moto danneggiata dalla caduta e guadagnando quindi tre punti mondiale sul suo più diretto inseguitore, con questi tre punti ora Max ha 9,5 punti di vantaggio su Marco Melandri.

    Ecco le dichiarazioni del Corsaro di casa Aprilia dopo queste due gare in terra tedesca: “Peccato per la caduta al primo giro, ho frenato senza esagerare ma ho preso una buca e non ho avuto modo di evitare la scivolata. Dispiace perché poi ho girato bene, il ritmo era da primi posti. Visto quello che è successo abbiamo limitato i danni e lasciamo il Nurburgring con la leadership, poteva andare peggio ma potevamo anche ripetere il buon risultato di Gara 1. A Portimao si riparte quasi da zero, la lotta è serrata ma noi ci saremo fino alla fine”.