SBK Aprilia: Camier sorride nel giorno nero di Biaggi

SBK - Dopo Donington Biaggi è scivolato dalla seconda alla quarta posizione in classifica, staccato di ben 42 punti dal leader Carlos Checa e di 23 dal "nemico" Marco Melandri

da , il

    Aprilia Sbk Max Biaggi

    SBKMax Biaggi a Donington Park ha raccolto soltanto 9 punti, frutto del settimo posto in Gara 1, dato che in Gara 2 è stato squalificato per non aver rispettato il “ride through” dopo la sua partenza anticipata. Dopo Donington Biaggi è scivolato dalla seconda alla quarta posizione in classifica, staccato di ben 42 punti dal leader Carlos Checa e di 23 dal “nemico” Marco Melandri.

    Ha fatto meglio il suo compagno di scuderia in Aprilia, il britannico Leon Camier: arrivato ottavo nella prima manche per poi salire sul podio (terzo posto) nella seconda gara.

    BIAGGI – “Mi sono subito accorto di essermi mosso in griglia di partenza, ero consapevole che la mia gara era ormai compromessa,” ha dichiarato il Corsaro campione del mondo SBK al termine della disastrosa doppia gara di Donington Park, “Ho tentato subito di forzare per guadagnare terreno, ma ho perso concentrazione per questo errore perdendo varie posizioni. Purtroppo non ho visto le segnalazioni dal muretto, quando sei nel gruppo può succedere. Mi dispiace molto per il Team, due risultati al di sotto delle aspettative non devono rovinare quanto di buono fatto fin’ora. Anzi, questo è il momento nel quale dobbiamo essere uniti, imparando anche da queste giornate storte. Il campionato è ancora lungo, avremo modo di rifarci.

    CAMIER – “E’ stato davvero un buon weekend per me, dopo la falsa partenza in Australia. E’ brutto prepararsi tanto durante l’inverno e poi non essere nelle migliori condizioni al momento dell’esordio,” ha dichiarato il giovane rider Aprilia, “Fortunatamente qui mi sono sentito in forma da subito, ho lavorato al meglio con il mio Team per preparare queste due gare ed i risultati ci danno ragione. Peccato per Gara2, un piccolo problema ai freni mi ha impedito di giocarmela con Marco Melandri ma ciò non rovina la gioia per il terzo posto. Voglio ringraziare il mio Team, ovviamente, oltre al caro amico Keith Code che mi ha seguito e aiutato molto.”