SBK Aragon 2014, anteprima: dopo 6 settimane riparte il Mondiale dalla Spagna [FOTO e VIDEO]

Il Mondiale Superbike 2014 è di scena ad Aragon in Spagna per il suo secondo atto del calendario SBK

da , il

    SBK Aragon 2014 anteprima

    Dopo 6 settimane di stop e sessioni di test durante la pausa, riprende questo weekend il Mondiale Superbike 2014. Si riparte dalla Spagna e per la precisione dal circuito di Aragon, nei pressi di Alcaniz, circuito che per conformazione è favorevole alle quattro cilindri grazie alla potenza del motore e all’elevata velocità di punta.

    I test di Jerez della scorsa settimana hanno mostrato una Ducati in grande spolvero e che darà del filo da torcere alle 4 cilindri nonostante il circuito sfavorevole per le caratteristiche della 1199 Panigale.

    Finalmente si vedrà in gara la Bimota BB3 del team Alstare guidata da BadoviniedIddon anche se non raccoglierà punti per via del fatto che manca ancora la tanto attesa omologazione ma già il fatto di vederla in pista è un bene per il Mondiale.

    Caccia aperta all’Aprilia di Guintoli che ha lasciato Phillip Island con la leadership del Mondiale e si presenta ad Aragon per difendere il suo primato dagli attacchi del compagno di box Melandri e dagli altri scatenati piloti del Mondiale.

    Il circuito di Aragon

    Situato nei pressi di Alcaniz, nella regione autonoma dell’Aragona, il MotorlandAragon è stato progettato nel 2009 dall’architetto tedesco Hermann Tilke in collaborazione con l’agenzia britannica Foster&Partners oltre alla consulenza tecnico-sportiva di un personaggio d’eccezione: il pilota spagnolo Pedro de la Rosa.

    Il circuito in configurazione Superbike misura 5344 metri e conta 18 curve, di cui 8 a sinistra e 10 a destra. Punti caratteristici del tracciato sono le due chicane in discesa (la prima precede un lungo curvone verso sinistra mentre la seconda precede il lungo rettilineo opposto a quello dei box) e il lungo curvone verso sinistra che scende nella parte iniziale per poi salire nel tratto finale. Sono anche punti favorevoli per tentare sorpassi e manovre di disturbo nei confronti dell’avversario di turno.

    Tom Sykes detiene il record della pista in 1’57”973 fatto segnare il 14 aprile 2013

    L’albo d’oro conta 3 vittorie BMW (la doppietta di Davies nel 2013 e la vittoria di Melandri in gara 2 nel 2012), 2 vittorie Aprilia (Biaggi in gara 2 nel 2011 e in gara 1 nel 2012) 1 vittoria Yamaha (Melandri in gara 1 nel 2011).

    Cosa possiamo aspettarci?

    Saranno due gare intense e spettacolari ma all’insegna delle quattro cilindri con le Ducati che tenteranno di inserirsi quantomeno per un posto sul podio. Laverty vorrà rifarsi dopo la delusione di gara 2 a Phillip Island, Melandri dell’errore che lo ha estromesso dalla lotta per la vittoria e Sykes per cancellare l’opaco fine settimana australiano.

    Gomme Pirelli per quest’evento

    Per il weekend di Aragon, Pirelli finalmente porta la gomma su misura per le EVO: una mescola più morbida al posteriore data la minor potenza delle moto della sotto categoria della Superbike. Ci sarà uno pneumatico di mescola extra-soft esclusivamente per i 20 piloti che accederanno alla Superpole oltre a 4 mescole al posteriore di cui 3 in comune per i piloti di SBK ed EVO e una mescola diversa per i piloti SBK ed EVO. In definitiva sono queste le opzioni Pirelli per il weekend di Aragon:

    -tre opzioni in comune: SC0 (morbida), SC1 (media) e la soluzione di sviluppo S1258 (più robusta della SC1) mentre la soluzione esclusiva per i piloti SBK è la SC1 di sviluppo (S1185) alternativa alla SC1 di gamma

    - mescola esclusiva per le EVO: R1120 alternativa alla SC0 di gamma