SBK Aragon 2016: il processo al GP spagnolo

SBK Aragon 2016 - E' arrivato anche l'appuntamento con il processo al GP spagnolo, parola all'accusa e alla difesa.

da , il

    SBK Aragon 2016. Torna l’appuntamento con il processo al weekend della SBK, stavolta il campionato delle derivate di serie è arrivato in Spagna, per la sua terza tappa. Stavolta a compiere una doppietta è stato il britannico della Ducati Chaz Davies, che ha strapazzato tutti i rivali con due prestazioni mostruose. Ma la Ducati è davvero competitiva, ed ha fatto dei progressi che le permetteranno di stare davanti alle Kawasaki anche nei prossimi appuntamenti? staremo a vedere. Chi invece ha deluso un po’ le aspettative sono le Yamaha, che con entrambi i piloti partivano dalla prima fila, ma era lecito aspettarsi qualcosa di più? Anche la Honda ha avuto un weekend non brillante, ma sarà stato frutto solo del caso? Xavi Fores è stato un grande protagonista qui ad Aragon, ma lo sarà anche successivamente? Per tutti questi quesiti proviamo a dare una risposta nel processo.

    Ducati: la competitività è ritrovata?

    SBK Aragon 2016, numero 7

    ACCUSA:Siamo sicuri che la competitività della Ducati sia una cosa estendibile a tutti i piloti della moto italiana? Gli aggiornamenti della rossa hanno fatto trionfare Davies, ma Giugliano ha chiuso le due gare lontano dalla vetta. Questa inoltre era una pista favorevole al britannico di Ducati.

    DIFESA: Davies non ha lasciato possibilità di replica agli avversari, ha a vinto senza discussione le due gare. Gli aggiornamenti della moto di Borgo Panigale sono stati perfetti, cuciti addosso per Chaz che adesso può puntare al titolo. Anche Xavi Fores con la Ducati clienti ha ben figurato, mentre per Giugliano si può parlare di un altro weekend sfortunato.

    Yamaha: troppa differenza tra qualifiche e gara

    SBK Aragon 2016, bagarre

    ACCUSA: La Yamaha delude perché ha piazzato due piloti in prima fila, sul giro secco quindi dimostra di avere un telaio e una moto da vertice, salvo poi crollare durante la gara con entrambi i piloti a navigare a centro classifica. Poco affidabilità, male gestione delle gomme, ma il bottino è magro dopo queste gare.

    DIFESA: La moto di quest’anno non è stata concepita per essere una due ruote da vertice, ma è un progetto nato per avere un’evoluzione durante la stagione. Il meglio deve ancora venire.

    Honda: solo un weekend anonimo?

    SBK Aragon 2016, Hayden

    ACCUSA: Ad Aragon abbiamo visto dei limiti del progetto CBR arrivato al massimo dell’evoluzione. Pochi punti raccolti tra Van Der Mark ed Hayden sulla pista spagnolo, con quest’ultimo costretto al ritiro in Gara2 per problemi tecnici. Ci siamo forse illusi dopo i primi due GP?

    DIFESA: Un weekend storto può capitare a tutti, Van Der Mark ha finito dimostrato di essere veloce, Hayden ancora deve ingranare ma le doti non si discutono. Questa non era una pista troppo congeniale per le caratteristiche della moto giapponese.

    Xavi Fores: protagonista solo in Spagna?

    SBK Aragon 2016, Fores

    ACCUSA: Xavi Fores con la Ducati clienti è stato competitivo proprio perché era la pista di casa e congeniale per le caratteristiche della sua moto. Non lo vedremo più nelle posizioni di testa.

    DIFESA: La Ducati ha fatto vedere di aver fatto qualche passo in avanti, e Fores è un buon pilota che si metterà in mostra anche in altre occasioni durante la stagione.