SBK Assen 2013, risultati Gara-2 dall’Olanda: Laverty sfratta Sykes dal top! [FOTO]

da , il

    Che dire? Sykes ha disastrato qualsiasi passo gara che gli altri team avevano previsto, mentre per il secondo posto si combatteva una battaglia che, per un motivo o per un altro pur non essendo ad armi pari è risultata veramente equilibrata. Adesso Rea dovrebbe mettersi davanti e cercare di tenere un pò più a bada Tommy “Green Lantern” Sykes. Guintoli si conferma competitivo a livelli incredibili, con i suoi 5 podi su 5, ma sono in tanti a voler ritornare davanti, compreso Marco Melandri che ha beccato un sasso tra corona e catena facendo saltare la finale. Tutti pronti per la partenza, sempre LIVE! su Derapate.it!

    Assen – FIM Superbike World Championship – Race 2

    1. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 35’36.814

    2. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 35’36.903

    3. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 35’42.662

    4. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 35’42.704

    5. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 35’44.173

    6. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 35’44.218

    7. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 35’57.909

    8. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 36’04.081

    9. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 36’07.047

    10. Carlos Checa (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 36’09.215

    11. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 36’16.738

    12. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale R 36’20.718

    13. Ivan Clementi (HTM Racing) BMW S1000 RR 36’36.983

    14. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 36’38.667

    15. Mark Aitchison (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 36’39.478

    RT. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 24’31.112

    RT. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 8’07.727

    RT. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 3’39.175

    BANDIERA A SCACCHI! La volata finale al millesimo di secondo premia Laverty su Sykes e Baz su Rea. Quinto Davies e sesto Guintoli. Sopra la classifica finale

    Ventesimo giro e cambio di testimone, Laverty passa Sykes e si porta in testa ma con un distacco infimo. Baz guida il gruppo della terza posizione, seguito da Rea, Guintoli e Chaz Davies.

    Al sedicesimo giro i cambiamenti sono pochi. Sykes e Laverty sono lontani, Rea è stato scavalcato da Guintoli e da Baz con un netto calo di gomma, e Cluzel conclude con un guasto la sua buona gara (8).

    Al decimo giro Melandri è passato dietro Checa, e se per quanto riguarda la Ducati non siamo (purtroppo) sorpresi Macio ha sicuramente un problema, sembrerebbe (dice Max) al freno motore. Guintoli si attacca a Baz e si porta dietro Davies, la battaglia per il terzo posto diventa a quattro!

    Al settimo giro neanche a dirlo Giugliano si spalma fuori pista mandando a fuoco la sua RSV4 per una perdita di benzina. Sembra maledetto, non riesce a farle due gare. Aumenta il gap tra i primi due e Jhonny Rea, adesso i inseguimento con Baz.

    Al sesto giro il gap tra i primi due è diventato importante, nell’ordine dei due secondi più spicci. Giugliano è saldo in terza posizione, complice una tattica attendista di Rea probabilmente. Baz segue, poi troviamo Guintoli, Davies e Melandri. Brutto week end per il ravennate.

    Al terzo giro l’unico che regge il ritmo di Sykes è Laverty, che ha creato un pò di gap tra lui e Rea, impegnato in bagarre con Giugliano. Seguono a stretto margine Baz e Melandri, partito non troppo bene. La prima Ducati è quella di Checa, solo dodicesimo.

    PARTENZA! Sykes prende 5 metri gia alla prima staccata, seguito da Laverty e Rea, con in coda un Baz partito benone. Il distacco tra Tom e Eugene sono quattro decimi e mezzo alla fine del primo giro.