SBK Australia 2013: Le qualifiche vanno di nuovo a Fabrizio! [FOTO]

da , il

    Prima o poi questo momento doveva arrivare. Signore e Signori, Amici di questo splendido sport, si aprono le dirette televisive ed inizia ufficialmente il Mondiale SBK 2013! Mondiale che ha visto dominare il primo turno di qualifiche un rinnovato Michel “Il Gladiatore” Fabrizio, che con la sua Aprilia del team Red Devils Roma, che qualcuno aveva definito “un team di paninari”, si è portato in testa sul mutevole asfalto traditore di Phillip Island, con un 1:31.317, a mezzo secondo dalla pole stabilita due anni fa. Tante le cadute spettacolari, tanti i problemi di aderenza con questo nuovo asfalto che promette poco di buono, Michel è seguito a ruota da Eugene Laverty e Marco Melandri, con Leon Camier e Chaz Davies tutti sotto il mezzo secondo di distacco. Ed è proprio Michel Fabrizio a staccare Camier di tre decimi e mezzo con un 1’30.287 e ad aggiudicarsi la seconda sessione di qualifiche qui in Australia. A voi tutta la cronaca!

    00:30 BANDIERA A SCACCHI, Michel fa il Gladiatore fuori casa e chiude in testa, seguito da Camier, Sykes e Laverty. A fondo pagina la qualifica completa dei risultati della QP, vi aspettiamo per la Superpole, sempre in diretta LIVE!

    00:25 Ultimi minuti di qualifiche, si cambiano tutte le gomme posteriori. Michel capisce che può mettere la 4 senza sbiellare e lanciarsi nella stratosfera, e chiude il giro in 1’30.387, e si mette dietro Camier, Laverty, Melandri e Guintoli, seguiti da Haslam, Checa, Sykes, Rea e Giugliano. Sykes che però all’ultimo si porta in terza posizione, proprio sotto l’1’31

    00:18 Eugene Laverty riesce a mettere le ruote fuori dalla Pit Lane, e si porta davanti a Checa in terza posizione. Johnny Rea dice che vuole il setup di Camier, Denning gli fa l’ombrello ma in qualche modo si arrangia. Michel passa da un ferramenta, si fa stringere tutti i bulloni e senza aver risolto il problema scende anche lui sotto l’1’31 con un 1’30.807, ancora dietro a Camier che però alla speed trap perde ben 10 km/h dalle altre moto

    00:13 Saltano le otturazioni di Melandri per il Chattering, che nell’ultima curva necessita di paradenti e gli fa perdere 4 decimi al giro. Pochi i miglioramenti, tra cui però quelli di Carlos Checa, che si mette in terza posizione con un 1’31.2 alto. Bloccato il live timing sul sito della SBK, Fabrizio riesce ad uscire finalmente dal box, problemi ancora per Davide Giugliano

    00:05 ECCOLO QUA! Leon Camier scende sotto il livello del 1’31 con un 1’30.727, mentre Fabrizio attende che qualcuno capisca da dove la RSV4 perda olio e arriva la notizia che Cluzel non parteciperà alle QP, dopo aver distrutto 5 moto e bruciato un motore. Paul Denning ringrazia

    24:00 Biaggi fa il simpatico per un dritto di Melandri al tornantino, mentre la prima Ducati è quella di Checa, 5° con un 1’31.338. Primi 5 posti invariati, solo 7° e 9° Haslam e Camier, che ieri condividevano un ipotetico podio con Michel Fabrizio

    23:54 Primi tempi con Uragano Michel Fabrizio a mettersi in testa con un 1’31.317, che rientrando ai box viene scavalcato da Guintoli, Melandri e Sykes, con il migliore tempo proprio del Francese in 1’31.047. Fino al 12 (Stauffer) sono tutti sotto l’1’32. Unico fastidio, la pronuncia del cognome di Johnny Rea (perchè lo chiamano Ray?)

    23:45 BANDIERA VERDE! si inizia a scendere in pista, con Carlos Checa che comincia a testare il poco amichevole grip dell’asfalto nuovo e la fasciatura ben visibile di Tom Sykes. Lundh con la Kawa del team Pedercini prende un uccello (si, un uccello, a Phillip Island succede) e perde mezza carena. FUOCO ALLE POLVERI!

    LA CLASSIFICA COMPLETA DEI RISULTATI DI QP1-QP2

    1 84 M. FABRIZIO ITA Red Devils Roma Aprilia RSV4 Factory 1’30.387

    2 2 L. CAMIER GBR Fixi Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 1’30.727

    3 66 T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R 1’30.740

    4 58 E. LAVERTY IRL Aprilia Racing Team Aprilia RSV4 Factory 1’30.826

    5 33 M. MELANDRI ITA BMW Motorrad GoldBet SBK BMW S1000 RR 1’30.931

    6 50 S. GUINTOLI FRA Aprilia Racing Team Aprilia RSV4 Factory 1’30.961

    7 91 L. HASLAM GBR Pata Honda World Superbike Honda CBR1000RR 1’31.020

    8 7 C. CHECA ESP Team Ducati Alstare Ducati Panigale 1199R 1’31.146

    9 65 J. REA GBR Pata Honda World Superbike Honda CBR1000RR 1’31.353

    10 34 D. GIUGLIANO ITA Althea Racing Aprilia RSV4 Factory 1’31.470

    11 19 C. DAVIES GBR BMW Motorrad GoldBet SBK BMW S1000 RR 1’31.526

    12 76 L. BAZ FRA Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R 1’31.537

    13 27 M. NEUKIRCHNER GER MR-Racing Ducati Panigale 1199R 1’31.871

    14 21 J. STAUFFER AUS Team Honda Racing Honda CBR1000RR 1’31.874

    15 18 I. CLEMENTI ITA HTM Racing BMW S1000 RR 1’31.963

    16 14 G. ALLERTON AUS Next Gen Motorsports BMW S1000 RR 1’32.352

    17 16 J. CLUZEL FRA Fixi Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 1’32.402

    18 5 A. LUNDH SWE Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 1’32.487

    19 23 F. SANDI ITA Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 1’32.898

    20 31 V. IANNUZZO ITA Grillini Dentalmatic SBK BMW S1000 RR 1’33.082