SBK Australia 2014: Guintoli in pole davanti a Davide Giugliano [FOTO e VIDEO]

Commenta con noi in diretta web e streaming le qualifiche e la superpole della superbike da Phillip Island in Australia

da , il

    Al termine di una Superpole molto intensa e nuova per tutti, è l’Aprilia che non ti aspetti, quella del francese Sylvain Guintoli a prendersi la prima Superpole della stagione davanti alla Ducati Panigale di Davide Giugliano e all’altra Aprilia di Melandri. Subito dietro le due Suzuki di Laverty e Lowes, la Honda di Rea e la Kawasaki di Baz che precede il compagno di squadra Sykes caduto nell’ultimo tratto mentre cercava di recuperare posizioni. Un po’ più in difficoltà la Panigale ufficiale di Chaz Davies che è solo 11° in mezzo alle EVO di Canepa e Salom.

    Risultati classifica Superpole

    1. Sylvain Guintoli FRA Aprilia Racing RSV4 1m 30.038s

    2. Davide Giugliano ITA Ducati SBK 1199R 1m 30.135s

    3. Marco Melandri ITA Aprilia Racing RSV4 1m 30.332s

    4. Eugene Laverty IRL Voltcom Crescent Suzuki GSX-R1000 1m 30.385s

    5. Alex Lowes GBR Voltcom Crescent Suzuki GSX-R1000 1m 30.421s

    6. Jonathan Rea GBR Pata Honda CBR1000RR 1m 30.660s

    7. Loris Baz FRA Kawasaki Racing ZX-10R 1m 30.796s

    8. Tom Sykes GBR Kawasaki Racing ZX-10R 1m 30.835s

    9. Leon Haslam GBR Pata Honda CBR1000RR 1m 31.138s

    10. Niccolo Canepa ITA Althea Ducati 1199R 1m 31.274s (E)

    11. Chaz Davies GBR Ducati SBK 1199R 1m 31.281s

    12. David Salom ESP Kawasaki Racing ZX-10R 1m 31.950s (E)

    13. Toni Elias ESP Red Devils Roma Aprilia RSV4 1m 32.107s0

    14. Claudio Corti ITA MV Agusta RC Yakhnich F4RR 1m 32.187s

    15. Fabien Foret FRA MAHI Kawasaki ZX-10R 1m 32.248s (E)

    16. Alessandro Andreozzi ITA Pedercini Kawasaki ZX-10R 1m 32.902s (E)

    17. Jeremy Guarnoni FRA MRS Kawasaki ZX-10R 1m 33.146s (E)

    18. Sheridan Morais RSA IRON BRAIN Kawasaki ZX-10R 1m 33.404s (E)

    19. Glenn Allerton AUS BMW Italia S1000RR 1m 33.605s (E)

    20. Imre Toth HUN Team Toth BMW S1000RR 1m 34.1379s

    Grid position previously determined by FP3

    21. Mathew Walters AUS Pedercini Kawasaki ZX-10R 1m 34.453 (E)

    22. Aaron Yates USA Team Hero EBR 1190RX 1m 35.521s

    23. Geoff May USA Team Hero EBR 1190RX 1m 36.150s

    24. Peter Sebestyen HUN Team Toth Italia S1000RR 1m 37.274s (E)

    Il live

    ORE 04.45: Buongiorno buongiorno motociclisti e amanti del motociclismo dalla redazione di Derapate.it per la diretta Live della Superpole da Phillip Island. In attesa che i piloti scendano in pista, ricordiamo il nuovo format di questa Superpole: i 20 piloti più veloci delle libere accedono direttamente alla Superpole, come per la MotoGP i piloti dall’11^ alla 20^ posizione lotteranno nella Superpole 2 per gli ultimi 2 posti utili per accedere in Superpole 1 mentre i 10 più veloci nelle libere accedono direttamente alla Superpole 1. Due sessioni da 15 minuti con pausa di 10 minuti tra una sessione e l’altra. Chi sono i 20 prescelti? Eccoli: Alex Lowes, Eugene Laverty, Davide Giugliano, Tom Sykes, Niccolò Canepa, Sylvain Guintoli, Marco Melandri e Loris Baz vanno direttamente in Superpole 1 mentre Toni Elias, Leon Haslam, Glen Allerton, David Salom, Fabien Foret, Claudio Corti, Sheridan Morais, Jeremy Guarnoni, Alessandro Andreozzi e Imre Toth si contenderanno gli ultimi 2 posti per entrare in Superpole 1.

    ORE 05.00: Scendono in pista i piloti per la Superpole 2 e il primo a partire per il suo giro lanciato è il pilota del team Pata Honda Leon Haslam. Lui e Toni Elias sono i favoriti per entrare in Superpole 1. Haslam si porta in prima posizione con un 1’31″354 davanti a Toni Elias con un ritardo di 7 decimi poi Corti, Salom, Foret, Guarnoni, Andreozzi, Toth, Morais e Allerton

    ORE 05.10: Tornano tutti in pista tranne Haslam per gli ultimi 5 minuti della Superpole 2. David Salom si porta in seconda posizione a 3 decimi da Haslam in 1’31″652. Attenzione a Foret che ha un bel passo ma chiude 5° a 8 decimi da Haslam. Tempone di Leon Haslam che scende sotto il muro dell’1’31. 1’30″970 per il pilota inglese che consolida la sua prima posizione.

    ORE 05.13: A poco meno di un minuto dalla fine del turno questa è la classifica: Haslam, Salom, Elias, Corti, Foret, Andreozzi, Guarnoni, Morais, Allerton e Toth.

    ORE 05.15: Finita la Superpole 2. La Honda di Leon Haslam e la Kawasaki EVO di David Salom (compagno di team di Sykes e Baz) passano alla Superpole 1.

    ORE 05.22: In attesa che scendano in pista i piloti ricordiamo chi sono quelli che partiranno tra qualche minuto: Alex Lowes, Eugene Laverty, Davide Giugliano, Tom Sykes, Niccolò Canepa, Sylvain Guintoli, Marco Melandri e Loris Baz con l’aggiunta di Leon Haslam e David Salom. Sorpresa Canepa con la sua Panigale Evo in mezzo a tutte Factory.

    ORE 05.25: Tocca ai top rider ed il primo ad entrare in pista è il number one Tom Sykes seguito dalla Suzuki di Eugene Laverty e dalla Ducati di Davide Giugliano. Baz è già lanciato per il suo primo giro che chiude in 1’31″227 seguito da Haslam e Salom. Tempone di Davide Giugliano che scende sotto il muro dell’1’31 con 1’30″279 davanti a Melandri e Laverty.

    ORE 05.30: A poco più di 8 minuti dalla fine abbiamo questa classifica: Giugliano, Melandri, Laverty, Guintoli, Sykes, Lowes, Rea, Baz, Davies, Haslam, Canepa e Salom. Pit stop per tutti con cambio gomme prima di tornare in pista. Tornano in pista tutti con gomma morbida. Attenzione a Guintoli che va veramente forte con gomma morbida e infatti passa in prima posizione in 1’30″079 con 2 decimi su Giugliano.

    ORE 05.36: A 3 minuti dalla fine ultimi tentativi per trovare il miglior tempo. Giugliano lima il distacco da Guintoli riducendolo ad 1 decimo. Colpo di scena: nello scollino scivola Tom Sykes mentre stava facendo segnare un bel tempo. Il campione del mondo rimane così in 8^ posizione.

    ORE 05.40: Bandiera a scacchi per questa Superpole. Sylvain Guintoli con l’Aprilia conquista la prima pole della stagione davanti alla Ducati di Davide Giugliano e l’altra Aprilia di Marco Melandri. Seguono Laverty, Lowes, Rea, Baz, Sykes, Haslam, Canepa, Davies, Salom e via via tutti gli altri.