SBK Australia 2015, Davide Giugliano fuori 90 giorni, torna Troy Bayliss! [FOTO]

Davide Giugliano si è fratturato due vertebre durante i Test e starà fuori per almeno 90 giorni. In Ducati hanno scelto Troy Bayliss come sostituto.

da , il

    Doccia fredda, anzi gelata, per Davide Giugliano e la Ducati. Il pilota romano, dopo aver subuto la frattura di due vertebre durante i Test pre-mondiale, pensava di poter rientrare già dal secondo Gran Premio stagionale ed invece il responso degli specialisti è stato molto duro. Pausa forzata di almeno 90 giorni con la conseguente rinuncia ai primi quattro Gran Premi stagionali, ossia le prime 8 gare del Mondiale. Per Giugliano, che ambiva ad una stagione da protagonista, è già la fine dei sogni iridati. Se fino a 24 ore fa sembrava scongiurata l’ipotesi di una sostituzione del pilota in questo periodo pare chiaro che la Ducati correrà ai ripari per non correre le prime 8/10 gare stagionali con il solo Chaz Davies. Il rientro di Giugliano potrebbe coincidere con le gare di Imola del 10 Maggio o più probabile con quelle di Donington Park del 24 Maggio.

    Cosa è successo?

    La stagione di SBK 2015 in Australia non è ancora iniziata e c’è già il primo colpo di scena. Davide Giugliano non disputerà dunque i primi 8/10 round stagionali per un brutto infortunio. Il pilota romano, durante la giornata di Test a Phillip Island, è stato vittima di un highside all’uscita della curva 10 del Circuito di Phillip Island impattando violentemente al suolo. I medici hanno preferito portato all’ospedale Alfred Hospital di Melbourne dove gli sono state riscontrate due vertebre fratturate. Fratture non gravi ma che compromettono le prime gare stagionali. Per Giugliano quindi non ci sarà l’esordio stagione in sella alla Ducati e dovrà ora tentare di rimettersi in sesto il prima possibile. La Ducati si sta già guardando intorno e sembra di aver individuato nell’esperto Troy Bayliss il possibile sostituto. L’australiano dovrebbe iniziare la propria stagione subito dal Gran Premio di Phillip Island.

    Il primo responso

    Nelle ore di attesa dell’esito della TAC c’è stato grande fermento. Il pilota, seppur molto dolorante nella zona lombare della schiena, era comunque intenzionato a correre ma il responso e il parere dei medici è stato contrario. Da qui l’ufficialità del Team Aruba Racing di non rischiare l’incolumità del pilota e di non far gareggiare il proprio pilota. In Australia ci sarà dunque il solo Chaz Davies in sella alla Ducati. Per Davide Giugliano un inizio di 2015 in salita. Ora il pilota proverà a tornare al 100% il prima possibile per non perdere troppe gare della nuova stagione. La redazione di Derapate.it augura una pronta guarigione al pilota della Rossa.

    [sondaggio id="463"]