SBK Australia 2015, risultati Prove Libere 1 e 2: Lowes davanti a tutti [FOTO]

Prove Libere 1 e 2 del Gran Premio d'Australia SBK 2015. Il resoconto delle prime prove della nuova stagione con le immagini dei protagonisti in pista.

da , il

    Lowes

    Il Mondiale della Superbike 2015 è iniziato. Dopo una lunga attesa e i test pre-campionato la classe delle derivate ha ufficialmente acceso i motori sul Gran Premio d’Australia. Sono state svolte le prime prove libere della nuova stagione. Come è successo qualche giorno fa negli ultimi test di Phillip Island è stato ancora Alex Lowes, in sella alla sua GSX-R1000, a dettare leggere. Il pilota è stato il più rapido facendo segnare il miglior tempo assoluto della giornata in 1’30″855, migliorando di 4 millesimi il tempo fatto segnare durante il pre-campionato. Lowes è stato inoltre l’unico ad abbattere il muro del 1′:31” e questo sicuramente lancia il pilota tra i grandi favoriti per la conquista della Superpole di domani. Ottima la prova anche del debuttante Jordi Torres che, in sella alla Aprilia, ha dimostrato di aver trovato un ottimo ritmo e di candidarsi ad un ruolo da protagonista nel weekend australiano. Sfogliate le pagine per leggere il resoconto delle prime prove libere della stagione per vedere le immagini e scoprire come sono andati i vari piloti e le classifiche.

    PL1: Lowes domina

    Come era successo durante gli ultimi test di inizio settimana, è Alex Lowes il grande favorito di questa prima tappa del 2015. Il pilota della Suzuki ha confermato i progressi fatti segnare durante il pre-campionato e sotto al cielo grigio australiano ha fatto segnare il crono di 1’30.855. Dietro di lui a +0.359, un po’ a sorpresa, al secondo posto si è classificato il rookie Jordi Torres dell’Aprilia Racing Team – Red Devils. Lo spagnolo è stato inoltre il più veloce del pomeriggio. A completare il podio virtuale ci ha pensato Tom Sykes della Kawasaki Racing Team fermandosi a +0.548. L’altra Aprilia di Leon Haslam ha chiuso quarta a +0.665 imponendosi di appena 21 millesimi su Jonathan Rea. La prima Ducati è quella di Nico Terol ferma ad oltre sette decimi dal primo posto. De Puniet ha girato +1.026 da Lowes. Il campione del mondo Sylvain Guintoli non è andato oltre al tredicesimo tempo. Il rientro di Troy Bayliss in sella alla Ducati è stato con un tempo di 3.205 più lento del miglior crono della mattinata.

    Prove libere 2 a pag. 2

    PL2: Aprilia veloci

    Durante il caldo pomeriggio australiano ben pochi piloti sono riusciti a migliorarsi. Davanti a tutti si sono portate le due Aprilia Racing con i progressi di Leon Haslam ma il più veloce delle Prove Libere 2 è stato Jordi Torres col crono di 1:31.242, tempo quasi identico a quello fatto segnare durante la mattina dallo stesso spagnolo. Tom Sykes ha fatto siglare il crono di 1:31.670 confermandosi al terzo posto. Ottimi progressi quelli di Van Der Mark che è risalito fino al quarto posto a +0.451 dalla vetta. Lowes nel pomeriggio non è riuscito a confermare l’exploit della mattinata e si è dovuto accontentare del quinto posto davanti alla Kawasaki di Rea. Buoni progressi anche per Troy Bayliss che ha iniziato a spingere con costanza riuscendo a migliorarsi fino a 1:33.490 a +2.248 dal vertice della classifica.