SBK Australia 2016, Nicky Hayden: “Buon feeling con la moto”

SBK Australia 2016, Nicky Hayden: “Buon feeling con la moto”
da in Interviste Sbk, Nicky Hayden, Piloti SBK, SBK 2017, SBK Australia
Ultimo aggiornamento: Giovedì 18/05/2017 14:51

    Moto GP Mugello 2012   Il sabato prima della Gara

    titività di un pilota o di una moto si possono già assaggiare da queste prime battute, anche se la stagione sarà molto lunga. Come ogni anno ci sono volti nuovi che arrivano in pista, così come i sorprendenti cambi di casacca. Un personaggio molto atteso è “Kentucky Kid”, il campione della MotoGP 2006, Nicky Hayden al suo esordio nel campionato delle derivate di serie, in sella alla Honda ufficiale. Dopo i test svoltisi a Phillip Island hanno preso parola davanti ai giornalisti i protagonisti della Superbike 2016, tra cui proprio l’americano, dal quale cominceremo per riferire il contenuto delle loro interviste, in attesa del weekend di gara.

    Nicky Hayden 1

    Il campione americano Nicky Hayden non è apparso molto intimorito dal salto di categoria, e grazie al lavoro svolto insieme alla sua scuderia, cercherà di ripetere l’exploit del 2006 grazie al quale trionfò nella MotoGP. Subito dopo i test di questi giorni in Australia, Nicky ha preso parola con i giornalisti illustrando un po’ il suo pensiero anche in vista dell’esordio nel mondiale di questo weekend. Ecco le parole di “Kentucky Kid”:”I test sono andati piuttosto bene, anche se ho avuto qualche difficoltà con il comportamento delle gomme, anche rispetto a quelle che avevo usato in passato su questa pista. La sensazione in generale è positiva e ho avuto un buon feeling con la moto, e grazie ai dovuti aggiustamenti andrà tutto ancora meglio. Nel pomeriggio della seconda giornata ho fatto fatica a trovare un buon ritmo a causa del caldo in pista e il vento era molto forte. Non sono state le condizioni climatiche migliori per eseguire una simulazione di gara, anche perché numerose volte siamo stati interrotti dalle bandiere rosse. La squadra ha fatto un grande lavoro in questi giorni, tutti hanno compiuto un ottimo lavoro per permettermi di essere competitivo e avere una moto il più possibile adatta al mio stile di guida. Speriamo di poter far buon uso di tutti i dati raccolti in vista dell’avvio di stagione“.

    Jonathan Rea

    Non sono mancate le impressioni di Jonathan Rea su questi giorni di test in vista dell’esordio stagionale nel weekend 26-28 febbraio a Phillip Island. Il centauro britannico, campione in carica, è molto soddisfatto dal lavoro fatto ai box e sullo sviluppo della moto, e personalmente si sente in forma e in grado di riconformarsi campione anche in questo 2016. Come di consuetudine i giornalisti non si sono fatti sfuggire le parole del nord irlandese:”In questi giorni di test siamo riusciti a portare a termine il lavoro programmato, peccato che le prove siano state interrotte più volte dalle bandiere rosse. In due giorni abbiamo provato la moto in condizioni differenti del tracciato, il primo giorno è stato umido e più freddo mentre il secondo è stato condizionato dal caldo e dal vento molto forte. Nonostante il clima queste due tornate sono state positive e siamo riusciti a portare a termine una simulazione di gara. Siamo pronti per la prima prova della stagione, in particolare io mi sento a mio agio e so di poter essere competitivo. Sono molto eccitato non vedo l’ora di essere sulla griglia di partenza, è una cosa che desidero dall’ultimo appuntamento della precedente stagione“.

    Davide Giugliano

    Il centaura italiano in sella alla Ducati, Davide Giugliano si prepara in vista della stagione che riparte proprio dall’Isola Australiana di Phillip Island. Il ducatista è reduce da un paio di stagioni sottotono, ma ha tutta l’aria di voler cambiare questa rotta in questa stagione, anche se la sua moto non ha di certo brillato durante i testi invernali. Queste sono le sue parole in vista del weekend di gara:”Sono contento, il bilancio generale lo reputo buono. Sono molto soddisfatto delle prestazioni ottenute nel mattino, in condizioni climatiche che dovrebbero rispecchiare quelle del week-end di gara. Bisogna però fare ancora un passo in avanti in termini di aderenza a centro curva. Peccato per il pomeriggio, avrei voluto fare un long-run ma le condizioni climatiche non me lo hanno permesso. Il caldo estremo non favorisce chi ha una guida scorrevole come la mia, e poi ci sono state talmente tante cadute e bandiere rosse che ho preferito non prendere rischi inutili. Sono comunque riuscito a fare 22 giri con la stessa gomma, tenendo un buon ritmo.

    Sylvain Guintoli

    Un altro atteso protagonista della prossima stagione è il francese Guintoli, che in questo 2016 correrà per il team Yamaha ufficiale, con il quale cercherà di tornare alla vittoria del titolo come gli era accaduto in passato. Queste sono le impressioni del francese dopo la due giorni di test a Phillip Island e in vista dell’inizio della stagione, che è ad un passo dal via:”Peccato per il piccolo incidente che ho avuto nella seconda giornata di prove, anche se devo dire di essere molto soddisfatto del lavoro svolto. I due giorni a Phillip Island ci hanno permesso di provare numerose soluzioni e mi sono sentito sempre a mio agio sulla moto. Siamo molto competitivi, come dimostra il cronometro. Non vedo l’ora di iniziare la stagione, la R1 si adatta molto bene a questo tracciato ed è fantastica da guidare. Tutte le soluzioni provate sulla moto qui in Australia, così come quelle provate da quando è partito lo sviluppo di questa moto, sono state un tassello importante. Sono sicuro che arriveremo alla partenza della stagione pronti e forti. Francamente non vedo l’ora“.

    1121

    PIÙ POPOLARI