SBK Australia 2017, anteprima: la caccia al titolo di Rea riparte da Phillip Island

SBK Australia 2017, anteprima: la caccia al titolo di Rea riparte da Phillip Island
da in Circuiti SBK, GP SBK, Jonathan Rea, News SBK, SBK 2017, SBK Australia, SBK Preview
Ultimo aggiornamento: Martedì 21/02/2017 12:45

    SBK Australia 2016 anteprima

    Finalmente l’attesa è quasi finita nel weekend del 24/26 febbraio 2017 riparte il mondiale di SBK 2017 e lo fa in una delle piste più affascinanti, a Phillip Island in Australia. I test invernali non hanno svelato quali saranno le reali potenzialità delle moto, anche se un’idea parziale qualcuno se l’è già fatta, con Kawasaki e Ducati appaiate, mentre sembra distante la nuova Honda. Ma tutto può essere smentito, perché solo la pista ci darà la verità sulle ambizioni di tutti i piloti che concorreranno per strappare il titolo a Jonathan Rea. Non dimentichiamo poi il cambiamento di alcune regole importanti riguardo la griglia di partenza: si cambia tutto per la gara della domenica. Non conterà più la Superpole del sabato, ma sarà invece decisiva la gara-1 per determinare le posizioni di partenza di gara-2 per coloro che finiscono almeno nei primi dieci posti. I risultati della Superpole continueranno a delineare le posizioni iniziali per tutti i centauri che termineranno la gara del sabato al di sotto della decima piazza. Le prime tre file saranno composte così: la terza fila sarà occupata dal podio di gara-1, con il terzo che occuperà la il settimo posto, il secondo l’ottavo e il primo il nono. La seconda fila sarà composta da chi in gara-1 conquisterà il settimo, l’ottavo e il nono posto. La prima fila invece vedrà scattare dalla pole il quarto, secondo il quinto e terzo il sesto.

    Quello che sicuramente colpisce è che Jonathan Rea non sembra essersi adagiato sugli allori, nemmeno durante i test invernali pre stagione. Il campione del mondo in carica ha ottenuto il record della pista in ogni circuito, facendo pensare così che anche per quest’anno agli altri rimarranno soltanto le briciole. Osservando quindi l’andamento della pre-season, la Kawasaki sembrerebbe leggermente in vantaggio rispetto a tutte le altre moto in corsa, con la Ducati come prima antagonista. Niente di nuovo insomma, se non fosse che Marco Melandri ha dimostrato un certo buon smalto e una grande voglia di rimettersi in gioco, così anche la Rossa di Borgopanigale avrà due importanti frecce al suo arco. Chaz Davies d’altro canto è stato il vero mattatore del finale della scorsa stagione, vincendo a profusione ogni round delle ultime gare, e arriva ai nastri di partenza in Australia come primo vero rivale di Rea, anche se a pari merito con Tom Sykes, il compagno di team del nordirlandese. Sarà una stagione interessante, anche se bisogna capire quale sarà il ruolo degli altri. Per il momento in casa Honda sembra esserci insoddisfazione, la moto non è competitiva e i due piloti, Hayden e Bradl, seppur ambiziosi sembrano già issare bandiera bianca per la lotta al titolo. Yamaha è in crescita ma non abbastanza per ambire al gradino più alto del podio, mentre Milwaukee Aprilia con Savadori e Laverty potrebbe essere delle sorprese.

    Phillip Island

    Situato nella Regione di Victoria, in un isoletta a 150 km a sud di Melbourne, questo circuito misura 4.445 km ed è composto da 12 curve di cui 7 a sinistra e 5 a destra. Il rettilineo è abbastanza lungo, con 835 metri di lunghezza. Si tratta di un circuito altamente spettacolare posto sul ciglio di una scogliera e formato da un susseguirsi di lunghi curvoni veloci e ad ampio raggio spezzati da due tornantini spesso teatro di audaci soprassi. Un solo rettilineo presente, quello dei box, peraltro in discesa dove si raggiungono elevate velocità di punta. E’ un tracciato amato dai fotografi di tutto il mondo grazie ai suoi caratteristici tratti vicino al mare. Pole Position 2015: Jonathan Rea su Kawasaki 1’31.212. Giro più veloce: Leon Haslam su Aprilia 1’31.826.

    712

    PIÙ POPOLARI