SBK Australia 2017, Rea: “Sono felice ed orgoglioso”

SBK Australia 2017, Rea: “Sono felice ed orgoglioso”

    SBK Australia 2017, Gara-2. Grandi emozioni durante la Gara-2 della Superbike a Phillip Island, con una lotta serrata tra due grandi protagonisti come Rea e Davies. I due hanno cominciato con un grande piglio la nuova stagione e si prospettano scintille in pista da qui alla fine. Il pilota del Nord Irlanda, campione del mondo in carica, ha ottenuto quest’oggi la vittoria numero 40 da quando corre in Superbike, dal 2009. Ecco le sue parole al termine della sfida: “È stato un weekend difficile, con due battaglie all’ultimo giro. Sono felice e orgoglioso, è un grande inizio di stagione“.

    Marco Melandri è stato protagonista di un bel weekend a Phillip Island, concluso con un terzo posto in gara-2. Il pilota ravennate era fermo da oltre un anno e mezzo, e adesso che è tornato in sella alla Ducati ha già conquistato il suo primo podio stagionale. La soddisfazione dell’italiano è moltissima, un rientro che smentisce chi lo aveva già dato per finito troppo presto: “È stata una gara dura, ma devo ringraziare tutti quelli che mi hanno dato l’opportunità di essere qua. C’era tanto vento e si sbagliava, ho perso un sacco di tempo all’inizio e dopo per risalire ho speso veramente tanto sia di gomme che di energia, quindi non ero tanto pronto a stare nel mucchio. Mi sono ritrovato quinto a due giri dalla fine e ho dovuto inventarmi qualcosa. Devo ringraziare i ragazzi del team, la mia famiglia e tutti quelli che mi hanno dato l’opportunità di essere qua“. Chaz Davies negli ultimi anni aveva sempre fatto fatica a Phillip Island, ma quest’anno si è giocato la vittoria fino all’ultima perdendola per pochi millesimi di secondo. Il pilota Ducati è soddisfatto dei punti ottenuti, ma pensa già alla Thailandia dove cercherà di riportare il team italiano alla vittoria: “Sono soddisfatto perché é stato il primo weekend in cui non sono caduto a Phillip Island. È importante per i punti e per la stagione. Oggi ho voluto provare un’altra strategia, mettendomi davanti a due giri dalla fine, ma su questo circuito purtroppo non è possibile scappare. In ogni caso sono carico per la Thailandia“.

    383

    PIÙ POPOLARI