SBK Donington 2014: il Processo al Gran Premio d’Inghilterra delle Superbike

SBK Donington 2014: benvenuti al nostro consueto appuntamento con il nostro processo al gran premio d'Inghilterra della Superbike 2014

da , il

    SBK Donington 2014, tom sykes

    Ben ritrovati con l’appuntamento della nostra rubrica “Il Processo al Gran Premio” per quanto riguarda il Mondiale Superbike. Questa volta ci occupiamo del round appena concluso di Donington Park vinto da KawaSykes. Dopo aver riannodato il nastro degli avvenimenti delle due gare, siamo pronti per questo processo. Sul banco degli imputati ci finisce inevitabilmente Jonathan Rea per la pessima gara disputata, ci finisce anche Chaz Davies al pari di Jonathan Rea, ma ci finiscono anche Marco Melandri e Davide Giugliano, e ci finisce anche Eugene Laverty dopo la doppia caduta.

    Jonathan Rea: rinascita o fuoco di paglia?

    ACCUSA: tanto leone ad Imola quanto agnellino a casa sua. La Honda sembra ripiombata nei soliti problemi degli anni scorsi già dalle prove.

    DIFESA: Jonathan Rea non è diventato un brocco tutto d’un colpo e una gara no può capitare a tutti.

    Chaz Davies: problemi alla moto o fuoco di paglia?

    ACCUSA: vale la stessa accusa mossa a Jonathan Rea: tanto leone ad Imola quanto agnellino a casa sua. Dopo Imola sembra ripiombato nei problemi di inizio stagione quando non riusciva a guidare come voleva la sua Panigale.

    DIFESA: Non è certamente questo il livello di Davies. A sua discolpa c’è che non ama particolarmente Donington Park

    Marco Melandri: sfortuna o pilota non adatto alla moto?

    ACCUSA: Si lamenta sempre e si abbatte spesso anche per cavolate. Dopo la caduta in gara 2 non ha minimamente reagito cercando di recuperare il più possibile.

    DIFESA: tanto incolpevole nel contatto con Lowes quanto fortunato nel tenere accesa la moto e ripartire.

    Davide Giugliano: troppa foga o errore del pilota?

    ACCUSA: Rovina la pole del sabato sdraiandosi per terra nel momento in cui era in lotta per vincere la gara. Di questo passo non vincerà mai un Mondiale

    DIFESA: il potenziale c’è ma deve imparare a mettere un freno ai suoi bollenti spiriti…

    Eugene Laverty: talento o moto non all’altezza?

    ACCUSA: Ennesima caduta in gara per il pilota della Suzuki. Che soffra l’arrembante Lowes che è arrivato a podio?

    Due zeri che pesano nell’economia del suo campionato

    DIFESA: due cadute molto strane, quasi ci fosse un problema sulla moto.

    Paddock Girls SBK Donington 2014