SBK Donington 2014: le pagelle delle Superbike in Inghilterra

E' tempo di dare i voti ai protagonisti del Gran Premio di Inghilterra delle SBK 2014 dal circuito di Donington

da , il

    Conclusosi anche il quinto round del Mondiale Superbike 2014 con la doppietta di KawaSykes, siamo pronti a raccontare ciò che è avvenuto in pista a Donington attraverso i voti sia positivi che negativi ai protagonisti e a chi si è distinto maggiormente in questo weekend. Promossi naturalmente i due piloti del team Kawasaki KRT Sykes e Baz, mentre da rivedere la Honda con Rea e Haslam in ombra.

    Tom Sykes 10 e lode: KawaSykes come è stato ribattezzato da Guido Meda si esibisce in una prestazione alla Marquez a Le Mans: parte male e poi come un tornado si abbatte con violenza sui malcapitati avversari riuscendo a raggiungere e poi superare il suo compare Loris Baz. Ripete lo stesso scenario in gara 2 ma con un po’ più di fatica nel finale. In un colpo solo si riprende anche la leadership del Mondiale. URAGANO

    Loris Baz 9,5: lo spilungone francese è sempre più una spina nel fianco per Sykes e si è visto. Solo un errore nel finale di gara 1 gli ha impedito di portarsi a casa una vittoria che avrebbe ampiamente meritato. E’ comunque secondo nel Mondiale dietro al suo capitano e gli manca veramente poco per poter vincere qualche gara quest’anno. CORAGGIOSO

    Alex Lowes 7,5: gran bella gara per lui che tiene alto l’onore della Suzuki nel giorno in cui Laverty decide di stendersi in entrambe le gare. Egregio in gara 1 dove arriva sul podio, pasticcione in gara 2: prima abbatte Melandri e poi si produce in una grande rimonta che lo porta al 10° posto. AGGRESSIVO

    Davide Giugliano 6 (di incoraggiamento): non riesce a completare gara 1 per il terzo round di fila ma poi rimette a posto le cose in gara 2 con un quarto posto che vale oro per il suo campionato. Deve imparare ad essere meno esuberante quando è con i primi perchè sbaglia troppo. PASTICCIONE

    Sylvain Guintoli e Marco Melandri 5,5: voto in coppia per i due piloti Aprilia che, nonostante fulminee partenze nelle due gare, non hanno saputo o potuto tenere il ritmo dei primi. Il quarto posto di gara 1 (Melandri) e il podio in gara 2 (Guintoli) non bastano a raddrizzare una giornata no. SFORTUNATI

    Jonathan Rea e Chaz Davies 5: per trovarli bisognerebbe chiamare “Chi l’ha visto”. Praticamente mai in partita con i primi per due piloti che sono sembrati leoni indomabili ad Imola, salvo poi ricadere nell’anonimato. ECTOPLASMI

    Eugene Laverty 5: vale lo stesso discorso per Rea e Davies con l’aggravante che almeno lui qualcosa fa. Sì, stendersi e per ben due volte, prima in gara 1 poi in gara 2. DISASTRO

    Ayrton Badovini e Christian Iddon 8: migliori di gran lunga delle EVO presenti in pista, possono permettersi il lusso di tenersi dietro moto decisamente ben più quotate per vincere la categoria come Ducati e Kawasaki. Peccato non vengano classificate altrimenti ci sarebbe da porsi delle domande…LODEVOLI

    Paddock Girls SBK Donington 2014