SBK Donington 2015, anteprima: benvenuti nella terra di Albione

SBK: Anteprima del weekend

da , il

    SBK Donington 2015 anteprima

    Dalla soleggiata Imola alla piovosa Donington. Nel weekend il Mondiale Superbike 2015 fa tappa sul tracciato di Donington Park per il Gran Premio d’Inghilterra, sesto round della stagione. Siamo solo a metà campionato ma ormai il titolo sembra ben avviato verso l’Irlanda del Nord a casa di Jonathan Rea. Il pilota Kawasaki ha un ruolino di marcia da vero e proprio schiacciasassi, 8 vittorie e 2 secondi posti nelle prime 10 gare e sembra proprio voler ricalcare le orme del Troy Bayliss formato 2002 e 2008. I suoi avversari non riescono a tenergli testa togliendosi punti a vicenda e favorendo la fuga del buon Johnny che a questo punto del campionato ha 240 punti contro i 153 del suo diretto inseguitore Leon Haslam. Leon Haslam uscito acciaccato dal round di Imola con tre costole rotte, frutto del contatto alla Rivazza con Van Der Mark e non sarà certamente al meglio della condizione. Si rivedrà a Donington Nico Terol che ha saltato il round italiano per l’infortunio alla mano patito in quel di Assen, anche se Michel Fabrizio sarà presente come pilota di riserva. Ci sono tutte le premesse per un altro weekend da cuore in mano per lo spettacolo che ci regaleranno i cavalieri della Superbike.

    Aspettative

    Trattandosi del Gran Premio d’Inghilterra, tutti i piloti inglesi impegnati nel campionato sono tenuti a dare il massimo, soprattutto chi è uscito da Imola dalle ossa rotte. Parliamo naturalmente di Tom Sykes che è all’ultima chiamata per questo suo 2015, Chaz Davies che deve riscattarsi dopo il doppio zero in terra italiana e ovviamente Leon Haslam che deve cercare di limitare i danni nella lotta contro il suo ex compagno di team Jonathan Rea. Sarà un Gran Premio combattuto e ricco di colpi di scena e se ci dovesse essere anche la pioggia, ecco che gli outsider potrebbero farsi valere. Resterà un confronto aperto Kawasaki-Ducati anche a Donington con Aprilia che non avrà il suo caposquadra al 100% ma farà di tutto per portare più avanti possibile la moto di Noale.

    Le gomme

    Ciascun pilota Superbike avrà a disposizione 34 pneumatici anteriori e 38 posteriori, mentre per i piloti Supersport il quantitativo è di 22 anteriori e 23 posteriori.

    In Superbike 3 soluzioni da asciutto per l’anteriore e 3 per il posteriore oltre agli pneumatici intermedi e da bagnato e al pneumatico posteriore da qualifica che può essere usato solo nelle due sessioni della Superpole del sabato.

    All’anteriore ad affiancare la SC2 di gamma troviamo ancora una volta la SC1 di sviluppo S1699 che ha debuttato con successo ad Aragón nel 2014 ed offre un maggior sostegno nell’approccio alle curve a favore di una migliore precisione di guida. E’ stata la soluzione più utilizzata all’anteriore nel corso del 2014 e quest’anno è stata portata anche nei primi cinque appuntamenti del 2015. Terza ed ultima opzione per l’anteriore è costituita dalla specifica T1467, soluzione di sviluppo che ha debuttato con successo ad Assen ed è stata utilizzata anche ad Imola. In mescola SC1, rispetto alla S1699, è più protetta da usura e allo stesso tempo è più stabile di una SC2.

    Per il posteriore le stesse due soluzioni già portate in Spagna e ad Assen: SC0 di gamma e SC1 di sviluppo T1392, che si differenzia dalla SC1 di gamma per un diverso sistema costruttivo che le garantisce un comportamento più omogeneo e costante per tutta la durata della gara. A queste si aggiunge come terza opzione proprio la SC1 di gamma, una soluzione molto versatile che ben si adatta a diverse temperature e che ha debuttato in Thailandia ed è poi stata portata anche ad Aragón e Assen.

    Il tracciato

    SBK DONINGTON ANTEPRIMA 2015

    Costruito nel 1931 e chiuso durante la Seconda Guerra Mondiale, il circuito viene riaperto nel 1971 e nel 1977 si disputa la prima gara.

    Dal 1987 al 2009 l’impianto ha ospitato il Gran Premio di Gran Bretagna del Motomondiale mentre è sede storica del Mondiale Superbike.

    Cambi di proprietà e lavori di ristrutturazione hanno portato alla chiusura dell’impianto nel 2009, salvo poi riaprirlo nel 2011.

    Il tracciato di Donington Park misura 4023 metri e consta di 12 curve, 7 a destra e 5 a sinistra, da percorrere in senso orario.

    E’ un tracciato misto-veloce con medie che superano i 160 km/h (MotoGP) e mette a dura prova i piloti: contiene un paio di saliscendi e curve veloci che obbligano a grandi frenate e brusche accelerazioni.

    Piccola curiosità: il record della pista è di 1’10″458 e risale al 10 Aprile 1993 grazie ad Alain Prost quando Donington divenne teatro del più bel Gran Premio di Formula 1 della storia.

    Statistiche 2014

    Best Lap Awards Superbike vinti da Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), 1’28.779 (Gara 1, 16° giro) e da Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki), 1’28.554 (Gara 2, 4° giro)

    Temperatura in Gara 1: aria 16° C, asfalto 22° C

    Temperatura in Gara 2: aria 18° C, asfalto 28° C

    Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO Superbike in gara: 275,8 km/h, realizzata in Gara 1 da Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) all’8° giro