SBK Donington 2016, Davies: “Non sarà facile battere la concorrenza”

SBK Donington 2016, prove libere - Abbiamo raccolto le parole di Davies e Sykes dopo le FP1 e 2 dal circuito inglese.

da , il

    SBK Donington 2016, prove libere. Le prove libere hanno visto dominare come da pronostico Tom Sykes, mentre dietro di lui si sono giocati il secondo posto i vari Rea, Giugliano e Davies. Soprattutto il Ducatista nella seconda sessione di prove libere ha avuto un guaio con la moto che è andata in fiamme. Dopo le prove libere 1 è sembrato comunque ottimista, come sottolineano queste parole: “E ‘sempre bello vedere tutti e gareggiare di fronte alla mia famiglia e gli amici, ma d’altro canto è solo un’altra gara ed è importante non arrivare troppo lontani e mantenere un approccio professionale“, ha detto DaviesIl nostro obiettivo è, come al solito, essere competitivi e continuare a migliorare per tutto il fine settimana per finire davanti. Non sarà facile battere la concorrenza, in particolare Sykes, ma l’anno scorso abbiamo già fatto un passo nella giusta direzione, dopo un difficile 2014, e credo che il cambio diverso ci potrebbe dare qualche aiuto in più“.

    Tom Sykes è orgoglioso dei suoi successi a Donington

    Tom Sykes ha fatto vedere a tutti cosa significa gareggiare in un tracciato di “casa”. Il pilota britannico numero 66 ha dominato sia le prove libere 1 che le prove libere 2, ma quali siano gli ingredienti di questo successo lui non lo sa, sa solo quanto sia bello andare in moto qui: “E’ sempre un piacere correre in una gara di casa perché è un circuito fantastico,” ha dichiarato Sykes. “Ovviamente abbiamo qualche buon precedente qua e dobbiamo continuare su quello fatto qui in passato. Se penso a eventi precedenti, oggi siamo in una buona posizione per rendere il meglio possibile. Non ho idea del perché Donington è stato un posto speciale per me in questi ultimi anni. Le persone suggeriscono che io sono familiarità con esso, si tratta di una gara di casa, o qualcos’altro di simile, ma non c’è alcuna ragione particolare per me. Cerco in ogni circuito di ottenere lo stesso risultato, ma sono grato per i miei successi a Donington“.