SBK Donington 2016, Inghilterra: le Pagelle da 10 a 0!

SBK Donington 2016, Inghilterra: le Pagelle da 10 a 0!
da in Circuiti SBK, GP SBK, News SBK, Risultati SBK, SBK Inghilterra, SBK Pagelle
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    SBK Donington 2016. Appassionati di Superbike, benvenuti nello spazio dedicato alle pagelle del GP di Donington 2016 di SBK, in Inghilterra. Cercheremo di dare un voto da 10 a 0 a tutte le cose che hanno contraddistinto questo weekend, il settimo stagionale del mondiale motociclistico delle derivate di serie. Sicuramente fioccheranno voti alti per coloro che si sono distinti particolarmente durante questo evento, carico di emozioni. Ma non anticipiamo nulla, adesso sfogliate le pagine per conoscere le pagelle di Donington, qualcuno potrebbe anche recriminare, ma il nostro giudizio sarà imparziale.

    Tom Sykes è venuto sulla pista di casa e ha accumulato record su record. Il voto di dieci può essere anche poco, considerando che ha fatto il record della pista in Superpole, ha vinto le due gare del sabato e della domenica e infine ha battuto il record di vittorie su questo circuito che apparteneva ad una leggenda come Carl Fogarty. Se è possibile fare di più, fatecelo sapere.

    Lorenzo Savadori è stato brillante sia in Superpole, in cui ha ottenuto la prima fila, sia in gara in cui ha mostrato un gran passo e degli ottimi piazzamenti. Il sesto posto in Gara-1 e il quarto in Gara-2 sono una manna dal cielo per il team Ioda e per l’Aprilia. Lorenzo si sta mettendo in evidenza, è un pilota di grande talento, l’Inghilterra rimarrà nel suo cuore.

    Non è più una notizia ormai, Leon Camier in gara si trasforma e tira fuori dalla sua MV Agusta tutto il meglio possibile. Ancora una volta il pilota britannico ha mostrato sul circuito di casa tutto il suo talento, e ha portato a casa dei risultati che migliorano la sua classifica e portano lustro a lui e al suo team. La soddisfazione deve essere grande.

    L’americano Nicky Hayden sta accrescendo sempre più il suo feeling con la moto e con la categoria. Sulla pista di Donington ha tirato fuori il miglior potenziale possibile cogliendo un quinto e un sesto posto con la sua CBR. Non si poteva sperare di più. Dopo la vittoria di Sepang, questa è la strada giusta per diventare uno dei veri protagonisti di questo campionato.

    Dopo una gara-1 strepitosa, in cui Davide Giugliano ha lottato con le unghie e con i denti per portare a casa la vittoria, gara-2 è stato un vero passo indietro. L’italiano non è andato oltre il settimo posto, lamentandosi di alcuni problemi di una moto che non va. Merita comunque una sufficienza piena dopo questo weekend inglese.

    Ci eravamo abituati bene con i fantastici risultati di inizio stagione, ma in questo momento del campionato, Michael Van Der Mark è autore di gare un po’ sottotono e anonime. Anche Donington è una di queste, non ha brillato ed ha subito lo smacco di essere più lento del compagno di team, in ogni circostanza. Deve ritrovare lo smalto di inizio stagione.

    Xavi Fores lo abbiamo visto in questa stagione 2016 di SBK, come un pilota capace di arrivare fino ai piedi del podio in alcune, ma comunque si è sempre contraddistinto per una certa caparbietà e talento. Lo spagnolo in Inghilterra ha faticato e non poco non andando oltre il dodicesimo posto. Troppo poco per uno che abbiamo visto lottare con i primi.

    Il pilota tedesco è giovane e talentuoso, ma lui e la sua BMW non si sono trovati affatto a proprio agio durante il Gran Premio di Inghilterra. Tra le moto ufficiali è stato spesso quello più attardato, finendo davanti solamente a coloro che fanno un campionato a parte. Reiterberger è un ottimo prospetto, per questo motivo ci aspettiamo sempre qualcosa in più da lui.

    Non vogliamo essere particolarmente cattivi con il pilota di San Marino, Alex De Angelis, ma dopo un incidente in gara-1 e un quindicesimo posto in gara-2, un voto così basso è pensabile. Si perché il suo compagno ha fatto faville, ha fatto vedere che la Aprilia non è una moto da buttare, una da ultimi posti. Alex rialza la china, il tuo polso destro è un’arma importante.

    SBK Malesia 2016, Alex Lowes

    Luca Scassa mancava da un po’, ma la sua presenza al mondiale SBK, il suo rientro, non è stato dei migliori anzi. Un ritiro in Gara-1 e un diciassettesimo posto in Gara-2 con la Ducati Panigale R sono un bottino davvero magro, una cosa da archiviare il prima possibile. Voto 1 che speriamo possa migliorare nelle prossime gare, ammesso che sia presente.

    La Yamaha Team Pata Racing non sta godendo di una sorte particolarmente benevola, quindi dopo l’infortunio di Guintoli ad Imola, dal quale non si è ancora ripreso, anche Alex Lowes è stato colpito dalla mala sorte. L’infortunio al braccio lo ha costretto a dare forfait sul più bello. Per fortuna che Beaubier non ha fatto così male come sostituto di Guintoli, ma la Yamaha dovrebbe programmare un viaggio a Lourdes per cambiare un po’ la propria sorte.

    999

    PIÙ POPOLARI