SBK Donington 2016, Sykes: “Mi sono divertito, me la sono sudata”

SBK Donington 2016, Sykes: “Mi sono divertito, me la sono sudata”
da in Circuiti SBK, Davide Giugliano, GP SBK, Jonathan Rea, News SBK, Piloti SBK, Risultati SBK, SBK 2017, SBK commenti, SBK Inghilterra, Tom Sykes
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    SBK Donington 2016, Gara-1. La sfida del Sabato sul circuito di Donington Park è stata dura intensa, spettacolare e ricca di sorprese, anche se alla fine a spuntarla è stata proprio Tom Sykes, colui che tutti avevano indicato come favorito. Settima vittoria su questo tracciato, a dimostrazione di quanto il pilota britannico si trovi a suo agio su questo circuito storico. Dopo le prove e le qualifiche ci si aspettava una gara in solitaria, invece Sykes ha dovuto lottare per ottenere questo successo. Il numero 66 di Kawasaki è intervenuto così ai microfoni post gara-1: “Domani dobbiamo essere più forti. Comunque mi sono divertito, me la sono sudata. L’ingresso di Davies all’inizio mi ha spiazzato, ho perso un po’ il ritmo, alla fine però ho recuperato il mio passo. Anche con Davide Giugliano mi sono divertito, perché è stato un duello molto duro, maschio. Ma occhio a domani“.

    Davide Giugliano ha fatto un’altra ottima gara, dopo il secondo posto ottenuto sotto la pioggia di Sepang. Oggi il pilota di Ducati ha chiuso alle spalle solo dell’indiavolato Tom Sykes:” Mi ha fatto uscire la lingua di fuori per quanto ho faticato a stargli dietro (a Sykes), ero al massimo con l’anteriore. Ero al limite, potevo girare più forte, ma è stata una gara stupenda, sono tornato a girare in testa, con nessuno davanti. Ma abbiamo domani per migliorare, dobbiamo continuare così“.

    Un altro italiano protagonista è stato Lorenzo Savadori, che prima di una sbavatura a pochi giri dalla fine, aveva conquistato un quarto posto che alla fine si è tramutato in un sesto. Un risultato comunque da non disprezzare sia per lui che per l’intero team, anche se un piccolo rammarico c’è: “Sono soddisfatto, abbiamo avuto un buon passo, ed è positivo per noi. All’inizio ho sbagliato un po’, non avevo un buon feeling con l’anteriore. Ad un tratto ho visto che Rea stava sbagliando, lo stavo recuperando giro su giro, la mia indole era quella di andare a prenderlo, quindi ho rischiato. Il sesto posto rimane ottimo“.

    Jonathan Rea, nonostante i vari errori compiuti in questa gara, termina con un terzo posto che lo fa allungare in classifica su Chaz Davies, uscito di pista. Rea però ha avuto diversi problemi col cambio, che non lo fanno stare affatto tranquillo: “Non sono sicuro che sia stato un problema meccanico o elettronico, il problema vero è che alle curve mi entrava la folle, e rischiavo di cadere. Sono comunque felice perché in una giornata impegnativa per queste disavventure, sono riuscito a guadagnare qualche punto su Chaz Davies“.

    462

    PIÙ POPOLARI