SBK Germania 2016, Lausitzring: le pagelle da 10 a 0!

SBK Germania 2016, Lausitzring: le pagelle da 10 a 0!
da in Circuiti SBK, GP SBK, News SBK, Piloti SBK, SBK 2017, SBK Germania, SBK Pagelle, SBK-Germania
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    SBK Germania 2016. Appassionati di Superbike, benvenuti nello spazio dedicato alle pagelle del GP di Germania 2016 di SBK, il Gran Premio del Lausitzring. Cercheremo di dare un voto da 10 a 0 a tutte le cose che hanno contraddistinto questo weekend, il decimo stagionale del mondiale motociclistico delle derivate di serie. Sicuramente fioccheranno voti alti per coloro che si sono distinti particolarmente durante questo evento, carico di emozioni. Ma non anticipiamo nulla, adesso sfogliate le pagine per conoscere le pagelle del Lausitzring, qualcuno potrebbe anche recriminare, ma il nostro giudizio sarà imparziale.

    Non è facile attribuire un dieci oggi, ma ci sentiamo di premiare la grande performance di Jonathan Rea in Gara-2. Una pista difficile per le condizioni del tempo e per lo status dell’asfalto che offriva un grip di scarso appeal. Da premiare è stato soprattutto l’atteggiamento e la caparbietà con cui il britannico è andato a prendersi questo successo molto importante. La domenica tutti i protagonisti hanno fallito, tranne lui.

    E’ stata una stagione molto difficile quella di Alex De Angelis, perché quindi non premiare il suo secondo posto di gara-2? Il sanmarinese ha guidato con classe sotto la pioggia tedesca e ha ottenuto il miglior risultato personale. Ha difeso bene dagli attacchi di Fores e in questo modo ha archiviato il brutto periodo, condizionato dagli infortuni che lo stanno massacrando. Ossigeno per Alex e per l’Aprilia.

    Il gallese ha steccato la gara-2 sotto la pioggia, concludendo con un anonimo sesto posto, ma Chaz Davies può essere soddisfatto del suo weekend. Pole Position, vittoria in gara-1 e qualche punto risucchiato al primatista della classifica. Poche briciole, ma lui e la Ducati possono essere soddisfatti, può essere un finale di stagione soddisfacente per tutti.

    La stagione di Leon Camier è di altissimo livello, considerando il potenziale della MV Agusta, una moto si dal buon telaio ma con una certa carenza di cavalleria. In Germania il pilota britannico è stato un leone, sia sull’asciutto che sul bagnato, ottenendo un quinto e un quarto posto, davanti anche a tanti altri piloti dal potenziale maggiore. Camier sta mettendo in mostra le sue caratteristiche migliori, e può tornare a casa con un sorriso davvero grande. Sicuramente merita una sufficienza abbondante Sylvain Guintoli, che in gara-2 è riuscito anche a domare la Ducati di Chaz Davies. Il pilota francese era al rientro dopo il grave infortunio di Imola e che lo aveva tenuto lontano dalle gara per un bel pezzo. Il pilota ex campione del mondo non ha una sella per il prossimo anno, dato che la Yamaha ha deciso di silurarlo, ma certamente se continua così troverà presto un altro team.

    Lorenzo Savadori è uno dei migliori piloti della stagione, ha sbagliato pochissime volte e ha spinto l’Aprilia ad ingaggiare duelli di alta quota su quasi tutti i tracciati del campionato. Durante il weekend tedesco il giovane pilota italiano ha invece steccato, zero i punti raccolti e tanta amarezza. Il suo compagno di squadra ha colto un secondo posto in gara-2, la posizione che stava occupando prima di cadere. Occasione sprecata.

    Davide Giugliano era arrivato in Germania con grandi speranze, ma anche stavolta non abbiamo visto il miglior Giugliano. Settimo posto in gara-1, un sabato davvero anonimo, mentre in Gara-2 i punti raccolti sono zero. Davvero un brutto weekend quello in terra tedesca per il pilota di Ducati, che prima della sosta aveva dimostrato di avere un’ottima verve. In cerca di riscatto nel breve periodo. Il pilota tedesco è arrivato al GP di casa con una condizione fisica davvero precaria, ma tutti si aspettavano di più. Reiterberger è un pilota di talento e fare bella figura di fronte ai propri di tifosi e portare al successo la moto tedesca per eccellente, sarebbe stato un gran bel colpo. Peccato che Reiti abbia raccolto un doppio zero. Peggio di così non poteva fare il povero Markus.

    SBK Germania 2016, il maltempo

    Troppe le cadute avvenute nelle due gare del Lausitizring, specialmente quelle della seconda gara. In questo modo abbiamo perso dei protagonisti importanti che ci hanno tolto la soddisfazione di vedere qualche bel duello fra i piloti di testa. Sykes, Giugliano, Van Der Mark, Savadori e tanti altri sono finiti per le “terre”. Un vero peccato.

    Disastroso anche in questo weekend il pilota Al Sulaiti, nella seconda gara finisce sulla ghiaia durante il giro di ricognizione in modo rocambolesco, poi comunque riesce a ritornare in pista…ma la gara non la porta a termine perché alla fine decide anche lui di aggiungersi alla lunga lista di piloti caduti durante la sfida della domenica. Pessima prestazione. Una pioggia fastidiosa che ha creato danni in pista e fuori dalla pista. Sulla strada ha condizionato la gara, specie la seconda, innescando una lunga serie di cadute, ma soprattutto ha ritardato l’inizio della gara stessa. L’incertezza del meteo ha provocato davvero delle noie, con piloti che non volevano correre e con gli specialisti della tipologia di corsa che volevano invece scattare dal via. Meteo ballerino.

    1034

    PIÙ POPOLARI