SBK: il circuito di Vallelunga scelto come Gran Premio di riserva per il 2015 e 2016

Il circuito di Vallelunga è stato scelto dalla WSBK come circuito sostitutivo per il biennio 2015-2016. Ecco il comunicato ufficiale.

da , il

    Circuito di Vallelunga

    La Dorna e la FIM hanno annunciato che il circuito di Vallelunga ‘Piero Taruffi’ è diventato ufficialmente un tracciato della SBK. Non farà parte, almeno per il momento, del Mondiale e non assisteremo dunque ad un round del campionato ma sarà tenuto come ‘circuito sostitutivo’ ossia utile nel caso uno delle altre tappe iridate dovesse saltare per motivi improvvisi. Vallelunga diventa dunque una sorta di circuito cuscinetto se si dovessero verificare annullamenti inaspettatati a stagione già iniziata. Questo accordo durerà per le stagione 2015 e 2016. Nella scorsa stagione furono cancellate le gare del Sudafrica e non furono rimpiazzate in calendario. Se quest’anno dovesse succedere un evento simile sarà Vallelunga a prendere il posto del GP mancante. Girate la pagina per leggere le interviste dei membri della Dorna e del presidente del circuito di Vallelunga.

    Alonso: Benefici per entrambi

    Ecco le parole di Javier Alonso, direttore esecutivo della WSBK: “Il calendario 2015 di tredici round garantisce la stabilità che andavamo cercando dall’inizio della gestione del campionato da parte di DWO. Sfortunatamente, cause di forza maggiore, come ad esempio la situazione dell’anno passato con il round sudafricano, possono sempre presentarsi ed è per questo che, insieme ai manager del Circuito di Vallelunga, siamo arrivati a questa soluzione. Pur sperando di non dover incorrere in questa eventualità in futuro, questo accordo porta benefici ad entrambe le parti”.

    Vallelunga quindi sarà una sorta di cuscinetto nel caso qualche altro Gran Premio decidesse di dare forfait per motivi burocratici. L’organizzazione che gestisce il circuito italiano è parsa entusiasta dell’opportunità e lo si capisce dalle parole di Ruggero Campi, Presidente dell’ACI Vallelunga: “Il tracciato ‘Piero Taruffi’ è una pista molto tecnica che piace sia ai piloti che ai fans. Questa è una occasione di riavvicinarci al Mondiale e tornare sulla scena iridata. Vallelunga è a tutti gli effetti il ‘Circuito di Roma’ e sarebbe in grado di accogliere tutti i fans delle derivate.”