SBK Imola 2014: il punto dopo le due gare delle Superbike

Il punto dopo le due gare delle Superbike 2014 da Imola

da , il

    SBK Imola 2014, preview

    Conclusasi da poco gara 2 con la vittoria di un grandissimo Jonathan Rea davanti a Chaz Davies e Sylvain Guintoli, eccoci qui a tirare le somme di quanto visto nel weekend del Gran Premio d’Italia sia dal lato Superbike Factory sia dal lato Superbike EVO.

    Factory

    Honda: sontuosa prestazione di Jonathan Rea che in una giornata meravigliosa si porta a casa le due gare ed esce da Imola da capoclassifica del Mondiale. Un po’ più affannato Leon Haslam che non si sente questa moto cucita addosso e non riesce a stare al passo di Rea.

    Ducati: benissimo Chaz Davies che esce da Imola con due secondi posti dietro ad un imprendibile Rea, sfortunato Davide Giugliano che porta a casa solo un sesto posto dopo la scivolata di gara 1. Peccato perchè le premesse erano decisamente altre.

    Kawasaki: bene ma non benissimo le verdone di Sykes e Baz che portano a casa il massimo possibile da queste gare, nonostante anche per loro le premesse fossero decismente altre. L’attenuante per le gare erano i problemi di bilanciamento che hanno limitato le prestazioni delle ZX10R.

    Aprilia: weekend in chiaroscuro per le RSV4 Factory di Guintoli, Melandri ed Elias. Problemi di usura gomme hanno impedito ai piloti ufficiali di lottare per la vittoria, nonostante il podio in gara 2 di Guintoli. Buone le due gare di Elias nonostante i problemi elettrici che lo hanno bersagliato ieri.

    Suzuki: leggermente meglio in gara che in qualifica le Suzuki di Laverty e Lowes. Manca ancora quel qualcosa per tornare a stare con i primi ma ci arriveranno.

    MV Agusta: gara di casa decisamente amara e sfortunata per Corti e la MV che non hanno ottenuto punti complici tanti problemi che hanno afflitto la F4RR.

    EVO

    Ducati: gare sfortunate sia per Canepa che per Goi. Canepa problemi al freno in gara 1 e moto spenta in gara 2, Goi in gara 2 non è nemmeno partito avendo una sola moto.

    Bimota: sfortuna per Badovini in gara 1, in gara 2 è primo della categoria EVO davanti a Camier e al compagno Iddon.

    BMW: Camier non sarà un fenomeno ma sta guidando alla grande la moto che era di Barrier. Due ottime gare anche ad Imola nonostante un lungo in gara 2.

    Kawasaki: Salom ancora il migliore del plotone delle verdone di Akashi. L’aria di casa sembra aver fatto bene a Scassa che è stato in lotta proprio con Salom per un punto in classifica. Gli altri piloti (Andreozzi, Foret, Guarnoni e Fabrizio) troppo lontani e demotivati.