SBK Imola 2015: il Processo al Gran Premio d’Italia

Processo al Gran Premio d'Italia, quinto round del Mondiale Superbike 2015 dal tracciato di Imola

da , il

    Quinta puntata della nostra consueta rubrica “il Processo al Gran Premio” ovviamente dedicato al Gran Premio d’Imola del Mondiale SBK 2015 dominato da Jonathan Rea che allunga in campionato su Leon Haslam. Ci siamo presi una buona mezza giornata per riavvolgere il nastro del weekend imolese e cercare gli imputati per il nostro processo. Cominciamo da Ducati per le due rotture in gara, continuiamo con Leon Haslam per le gare scialbe e finiamo con Honda sempre più in difficoltà. Prima dentro e partiamo!

    Ducati: dov’è finita l’affidabilità?

    ACCUSA: due rotture nella gara di casa non sono certo un bel biglietto da visita per il prosieguo della stagione…con questi due zeri Davies sta perdendo ulteriore terreno da Rea…

    DIFESA: la stagione è ancora lunga e c’è ancora tanto tempo per rimediare al doppio zero imolese e con un Giugliano in più diventa tutto più facile

    Leon Haslam: dov’è finito l’avversario di Rea?

    ACCUSA: AAA cercasi Leon Haslam. Dopo le prime gare, il buon Leon sembra essersi involuto insieme ad una moto che avrebbe dovuto dominare la stagione. Ciliegina sulla torta di un weekend storto il contatto con Van Der Mark…

    DIFESA: lo stesso discorso vale per Ducati, la stagione è ancora lunga e c’è tempo per recuperare anche se Rea è lontano in classifica

    Honda: fine del progetto?

    ACCUSA: 1 anno fa con Rea faceva doppietta e vinceva qualche gara, oggi si lotta per posizioni di rincalzo con una moto che è palesemente al capolinea con lo sviluppo e non si intravvedono all’orizzonte segni di un nuovo modello

    DIFESA: Guintoli e soprattutto Van Der Mark fanno il massimo possibile con un mezzo non più all’altezza di tenere il passo con la concorrenza che è sempre più agguerrita