SBK Imola 2016: il processo al GP italiano

SBK Imola 2016 - E' arrivato anche l'appuntamento con il processo al GP italiano, parola all'accusa e alla difesa

da , il

    SBK Imola 2016. Torna l’appuntamento con il processo al weekend della SBK, stavolta il campionato delle derivate di serie è arrivato in Italia, per la sua quarta tappa. Le due gare corse su questo storico circuito sono state combattute, e hanno visto trionfare un competitivo Chaz Davies, in entrambe le manche. La prima questione è una, perché la Ducati continua a vincere solo ed esclusivamente con il pilota gallese? Leon Camier è stato molto veloce e competitivo sulla pista di Imola, nonostante una MV Agusta con pochi cavalli e frutto di un progetto vecchio, ma lui sarebbe un pilota da titolo? In Yamaha si vocifera insistentemente di un cambio di guardia tra Alex Lowes e Marco Melandri, farebbe bene il Team Pata a cambiare? La Honda dopo un ottimo inizio di stagione, ad Imola ha steccato, si tratta solo di una pista stregata?

    SBK Imola 2016, Chaz Davies

    ACCUSA: Come mai la Ducati riesce ad ottenere delle vittorie solo con Chaz Davies? non è che forse questo moto è stata fatta su misura per il pilota gallese, mentre per gli altri è ancora troppo difficile da guidare. Fin qui Davies ha ottenuto quattro vittorie, la doppietta di Aragon e quella di Imola, gli altri hanno raccolto solo le briciole, compreso Davide Giugliano che ad Imola avrebbe dovuto strafare.

    DIFESA: Giugliano è stato rallentato da un problema tecnico in gara-1, in Gara-2 si è piazzato al quarto posto, ben distante dalla vetta. Ma il pilota italiano sta vivendo una stagione fatta da tante ombre e poche luci. La bontà della Ducati verrà fuori anche nelle prossime gare e non solo con Davies.

    SBK Imola 2016, Leon Camier

    ACCUSA: Non ci si può far abbagliare da qualche prestazione positiva, Leon Camier anche in passato ha avuto la possibilità di sedersi sul sellino di moto prestigiose, ma il suo miglior piazzamento in classifica generale è un settimo posto con l’Aprilia. Non è un pilota da titolo.

    DIFESA: Oggi a 29 anni Leon Camier sembra aver trovato la maturità giusta, oltre ad Imola il pilota britannico ha fatto benissimo in questo inizio di stagione, portando una moto così poco competitiva come la MV Agusta ad ottimi livelli. Meriterebbe una moto da primi posti.

    SBK Imola 2016, Alex Lowes

    ACCUSA: Alex Lowes ha francamente deluso in questo inizio di stagione, è giovane e talentuoso, ma un personaggio come Marco Melandri farebbe bene non solo alla Yamaha ma anche a tutto il movimento della Superbike.

    DIFESA: Sarebbe inutile cambiare un pilota in questo momento della stagione. Per di più Marco Melandri viene da un periodo di inattività e la Yamaha è un progetto in evoluzione, tanto vale provare ancora con Lowes.

    SBK Australia 2016, Michael Van Der Mark

    ACCUSA: I piloti di Honda hanno raccolto molto poco dal weekend italiano di Imola. La Honda è sembrata molto in difficoltà, probabilmente le piste già affrontate era congeniali sia alle doti dei piloti che della moto, e hanno mascherato le difficoltà di un progetto finito.

    DIFESA: Un weekend negativo non cancella quanto di positivo fatto fino ad oggi, ed anzi Nicky Hayden all’esordio sulla pista di Imola, circuito altamente complicato, si è difeso bene. La Honda ripartirà alla grande già dal prossimo gran premio.