SBK Imola 2016, Italia: le Pagelle da 10 a 0!

SBK Imola 2016, Italia: le Pagelle da 10 a 0!
da in Circuiti SBK, GP SBK, SBK 2017, SBK commenti, SBK Imola, SBK Italia, SBK Pagelle
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    SBK Imola 2016. Appassionati di Superbike, benvenuti nello spazio dedicato alle pagelle del GP di Imola 2016 di SBK, in Olanda. Cercheremo di dare un voto da 10 a 0 a tutte le cose che hanno contraddistinto questo weekend, il quinto stagionale, del mondiale motociclistico delle derivate di serie. Sicuramente fioccheranno voti alti per coloro che si sono distinti particolarmente durante questo evento, carico di emozioni. Ma non anticipiamo nulla adesso, sfogliate le pagine per conoscere le pagelle di Imola, qualcuno potrebbe anche recriminare ma il nostro giudizio sarà imparziale.

    Se ci fosse un voto più alto del 10, quello sarebbe il voto di Chaz Davies. Il pilota gallese della Ducati è stato assolutamente impeccabile in ogni fase del weekend italiano. E’ stato poleman, una volta sceso in pista per la gara è sempre stato concentrato e cattivo al punto giusto, tanto da terminare sia la gara del sabato che quella della domenica in solitaria. Tanti saluti agli avversari e dieci punti recuperati a Rea.

    Era il gran premio di casa per tanti, soprattutto per alcune case che qui hanno la loro origine e la loro sede industriale. Ducati, Aprilia e MV Agusta hanno dato spettacolo su questo tracciato, grazie ai loro piloti si sono fatte notare sin dalle prove del venerdì. Con il doppio successo della Ducati questo è stato un trionfo italiano a tutto tondo. Il pilota britannico della MV Agusta si è distinto nel Gran Premio d’Italia per un gran cuore e tanta tanta grinta. Con il sesto e quinto posto ottenuti in gara-1 e gara-2 Camier ha portato molti punti a casa, e lo ha fatto dando spettacolo a tutti i tifosi accorsi all’autodromo. Assoluto protagonista del weekend, Camier ha dimostrato di essere un pilota di prima fascia.

    Il pilota italiano è un grande talento, ha dimostrato di avere la stoffa per combattere con i più veloci, e ad Imola ha fatto due grandi gare, fino a quando però la sua Aprilia e le sue gomme non hanno ceduto. Se avesse portato a casa delle posizioni più importanti il voto sarebbe stato sicuramente più elevato, ma lui deve essere fiero per quanto ottenuto.

    Poteva essere una grande occasione per lui e per il suo rilancio in questo mondiale, ma l’italiano ancora una volta non ha completato il suo riscatto. Come sempre nelle qualifiche e nelle prove ha ben figurato, ma in gara la sfortuna lo perseguita e in gara-1 ha faticato ottenendo solo un quinto posto. La Ducati qui è andata molto bene con Davies, e in Gara-2 Giugliano ha conquistato solo un quarto posto. Poco per uno che qui ha sempre fatto faville. Le due Honda hanno faticato e non poco sullo storico circuito italiano, Hayden ha fatto meglio di Van Der Mark, e la sua prestazione è da sottolineare perché è alla prima esperienza in Superbike e su questo tracciato. L’olandese invece ha deluso perché è sempre molto veloce, ma la sua CBR è stazionato tra le posizioni di ripiego dal settimo all’undicesimo posto. Un weekend da cancellare.

    Il pilota tedesco ha un gran potenziale, guida bene la sua BMW che conosce a memoria, ma qui ad Imola le cose non sono andate bene. Torres suo compagno di team ha conquistato anche un quarto posto in gara 1, lui invece ha portato a casa un dodicesimo e un tredicesimo posto nelle due manche. Troppo poco per lui, paragonato a quanto ottenuto dal suo compagno di squadra.

    Il pilota ceco non ha avuto un grande rapporto con queste gare e con questo tracciato. Un ritiro e un sedicesimo posto, veramente troppo poco per lui e per la BMW, ed entrambi non saranno contenti. Un weekend da dimenticare e da archiviare il prima possibile. Karel Abraham ci ha fatto vedere molto di meglio. Sono delle controfigure, non ci si può aspettare tanto da loro e dalle loro performance su strada. I piloti del team toth bazzicano i bassifondi della classifica costantemente, ma sicuramente questa settimana si è visto qualcosa di peggiore di quanto combinato dal team ungherese.

    SBK Imola 2016, Guintoli prova la partenza

    I due piloti sono stati protagonisti di un rocambolesco incidente che ha condizionato anche l’inizio di Gara-1, che è stato ritardato di diversi minuti. A causa di questo posticipo la gara è stata accorciata di un giro. Un giro in meno di spettacolo. Loro in compenso se la sono vista brutta perché il loro incidente è stato molto pericoloso.

    Sylvain Guintoli durante la Superpole del sabato è stato autore di un terribile incidente, tanto spettacolare quanto pericoloso. Il francese ex campione del mondo di SBK è stata catapultato in aria dopo un High Side alle “Acque Minerali” e precipitando a terra ha subito una frattura della caviglia di alcune costole. La sfortuna ci ha visto benissimo con il povero francese, a cui facciamo un grosso in bocca al lupo.

    999

    PIÙ POPOLARI