SBK Istanbul 2013, Gara-2: Doppietta di Laverty, Sykes secondo [FOTO]

il LIVE! Di Gara-2 del Mondiale SBK all'Istanbul Motodrom, in Turchia

da , il

    Gara 1 non ci ha deluso. Con il minor numero possibile di piloti alla partenza si può parlare della gara più bella del campionato fino ad ora. I primi quattro sono arrivati praticamente appaiati, le spallate si sono sprecate… Insomma, valeva la pena vederla tutta. Invece, insieme alla notizia dell’abbandono da parte di Carlos Checa della sua Ducati, si inizia la seconda parte della giornata, ossia Gara-2! Che ha appena visto la sua conclusione con la vittoria di Eugene Laverty, che firma la sua prima doppietta in Aprilia. Dietro giunge Tom Sykes, che quindi allunga il suo distacco da Guintoli (3°) fino a 8 punti. Il resto lo leggete qui sotto.

    Istanbul Park – FIM Superbike World Championship – Race 2

    1. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 34’58.775

    2. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 35’00.483

    3. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 35’02.827

    4. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 35’09.635

    5. Toni Elias (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 35’10.946

    6. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 35’11.171

    7. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 35’16.209

    8. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 35’16.458

    9. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 35’24.545

    10. Michel Fabrizio (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 35’37.510

    11. Mark Aitchison (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 35’47.667

    12. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 35’47.911

    13. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 36’35.364

    14. Tolga Uprak (CMS-Eypbike Racing Team) Kawasaki ZX-10R 35’31.608

    15. Yunus Ercelik (Sampiyon 169 Team) BMW S1000 RR 35’45.795

    Bandiera a scacchi! Seconda vittoria per Eugene Laverty, prima doppietta per la sua permanenza in Aprilia. Secondo Tom Sykes, che cerca di consolidare la sua posizione in Campionato, seguito da Guintoli, al quale non è chiarissimo che è finito il momento di gestire i punti. Anche per Melandri i punti di distacco cominciano a diventare importanti. La classifica finale qui sopra.

    Al Quattordicesimo giro c’è di nuovo il sorpasso di Laverty! Sykes cerca di tenere botta ma qualche metro di distanza già c’è. Otto sono i punti che lo separano da Guintoli, che si tiene stretta la terza posizione. Per quanto riguarda Melandri ormai il podio è abbastanza lontano, a quanto pare la BMW non ha la capacità di competere con Aprilia in questi frangenti

    Al decimo giro la situazione si è stabilizzata. Sykes sembra subire molto di meno il calo delle gomme nonostante le temperature piu elevate, e nonostante questo Laverty comincia a mangiargli qualche decimo al giro. Va meglio anche Leon Haslam, che sta lottando con Cluzel per la settima posizione. In terza posizione Guintoli, che viene inseguito da Melandri che però soffre un pò di ritardo.

    Al quinto giro Melandri si lancia in una rimonta da battaglia, con un Toni Elias poco contento di cedere la posizione. Laverty ha nel frattempo scavalcato Guintoli e si è attaccato al codone di Sykes, essendo l’unico a riuscire a girare nel 55. Resta eccezionale la performance delle Aprilia, mentre Chaz Davies sembra soffrire in sesta posizione.

    Ore 13:30 PARTENZA! Signora partenza di Sykes, seguito subito da Guintoli e Giugliano. Quarto Elias, che sta dimostrando una gran capacità di adattamento alla moto, tutte e quattro le Aprilia vanno dal secondo al sesto posto. Melandri e Davies sono subito dietro, con una partenza non perfetta