SBK Istanbul 2013: la novità del Mondiale Superbike [FOTO]

La Preview dell' Undicesimo Round del Mondiale delle Derivate di Serie, all'Istanbul Otodrom, la SBK sbarca in Turchia!

da , il

    SBK Istanbul 2013 Circuito dall'alto

    La novità doveva essere il Round Indiano, mentre quello Russo lo abbiamo già collaudato l’anno scorso (e quest’anno ha mostrato la sua “Sicurezza”). Invece sembra proprio che la novità, insieme a Laguna Seca e Jerez che però sono vecchie conoscenze, sarà proprio Istanbul Park, dove le SBK mettono le ruote per la prima volta. Ma alcuni piloti partono avvantaggiati, perchè la MotoGP ha gia visitato varie volte questo circuito, e si sa, l’esperienza paga. Signore e Signori, la Preview del Round Turco!

    Dunque, il circuito, chiamato anche Istanbul Otodrom, è posizionato in una zona di recente sviluppo sul lato asiatico della città, proprio a due passi dal nuovo Aeroporto Internazionale Sabiha Gökçen. E’ stato dal 2005 (anno dell’ inaugurazione) teatro del GP di F1 e di quello della MotoGP, il cui vincitore fu proprio Marco Melandri. Cosa che al pilota BMW piacerebbe sicuramente replicare…

    Il tracciato è composto da 14 curve e si percorre in senso antiorario. Come di moda nei circuiti progettati da Tilke il rettilineo più lungo non è quello dell’arrivo, e invece controcorrente rispetto all’architetto non si trova su un terreno pianeggiante. I saliscendi di questo circuito sono molti, e la parte più difficile è rappresentata dal tratto della Curva 8, che ha addirittura 4 punti diversi di corda. Le medie sul circuito sono piuttosto alte anche se si pensava che sarebbe stato un tracciato ancora più veloce. Le SBK dovrebbero essere in grado di toccare comodamente i 320 KM/H, se “Comodamente” è il termine giusto per una cosa del genere.

    Cosa rimane da dire? Il tracciato è di casa per Kenan Sofouglu, che come in tutti i paesi in cui il motorsport è uno sport da eroi è un po l’idolo delle folle. Per chi non lo sapesse Sofouglu è il Recordman della Supersport, con tre mondiali all’attivo della categoria e in lotta piena per il suo quarto titolo iridato, contrastato solamente da Sam Lowes, che al momento guida la classifica. In pratica sarà una gara all’ultimo sangue in cui Sofouglu darà anche l’anima per vincere. E chi se la perde?

    Ci saranno peraltro due piloti in più nello schieramento. Il primo, che correrà con una 1098R del Team CMS Racing Team, si chiama Tolga Urpak, mentre il secondo pilota, che parteciperà con la piu attuale BMW S1000RR, che sarà affidata alle cure della Sampiyon 169 Racing, ha il nome di Yunus Ercelik. Entrambe i piloti sono una costante del campionato a due ruote Turco, e sarà interessante vedere il livello di competitività dei piloti della nazione. Da ricordare Matej Smrz in Germania, che con la sua R1 è riuscito in Gara 1 ad arrivare a punti, cosa non semplicissima nell’ultra tecnologico Mondiale SBK, all’ultima stagione nella sua formula No Limits.